CIR

Parte dal Ciocco il Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020. Andreucci sulla 208 Rally4 nello shakedown [VIDEO]

Le novità del trofeo Peugeot

Con un calendario necessariamente rivisto scatta dal Ciocco il Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020: i dettagli sul trofeo monomarca
Parte dal Ciocco il Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020. Andreucci sulla 208 Rally4 nello shakedown [VIDEO]

Il terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally fa il pieno di monomarca: oltre al Suzuki Rally Cup e alle varie competizioni Renault (tra cui il nuovo Clio Trophy Italia), ci sarà spazio anche per il Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020, che al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio di questo weekend inaugurerà la propria stagione.

Gli aggiustamenti del Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020

Non ce ne vogliano gli altri trofei monomarca della casa del Leone dedicati alla disciplina, ma il 208 Rally Cup Top è quello di sicuro che occupa una posizione predominante visto il ricco premio storicamente in palio, ovvero la possibilità per il vincitore (purché sia un Under 28) di partecipare in veste ufficiale Peugeot nelle nostre gare nazionali della stagione successiva. La 41esima edizione del trofeo era stata programmata però in maniera differente, poi la pandemia ha stravolto ogni piano ed ecco che il 208 Rally Cup Top è l’ultimo monomarca a partire (e non il primo, come da tradizione) nel teatro dei nostri campionati rallistici.

Cambia anche il calendario, che mette a disposizione quattro appuntamenti per i giovani piloti: Il Ciocco è appunto il primo, ma si può scegliere in alternativa di partire dal successivo Targa Florio del weekend del 13 settembre; gli altri tre round – ovvero Rallye Sanremo, Due Valli e il conclusivo Tuscan Rewind – saranno invece obbligatori per tutti ai fini del rientro nei punteggi finali e per essere in lizza per i premi (che contemplano anche un assegno da 10.000 euro ed otto pneumatici Pirelli al campione assoluto, mentre per ogni gara ai primi tre del podio andrà un montepremi di 4.500 euro, suddiviso in 2.000 euro al primo, 1.500 al secondo e 1.000 al terzo). A proposito di punteggi, oltre ai piazzamenti nel monomarca ad ogni gara verranno conteggiati anche i punti per i primi tre classificati nella terza PS di ogni round, che vale come Power Stage, e sarà contemplato anche – si legge nel comunicato ufficiale del trofeo – «un punteggio uguale per tutti corrispondente al numero di 208 R2B al via», con un occhio quindi anche alle partecipazioni effettive. Sembra macchinoso ma ci vuole più a dirlo che a farlo, come si suol dire.

Alcuni protagonisti del Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020

Al Ciocco troveremo in gara anche nel 208 Rally Cup Top l’impegnatissimo Davide Nicelli, che affiancato da Alessandro Mattioda in questa stagione si divide tra il monomarca – sul podio l’anno scorso con un terzo posto -, il Campionato Italiano Rally Terra ed ovviamente il CIR, dove al momento è leader nella categoria Due Ruote Motrici. Tra le altre Peugeot 208 R2B al via avremo anche un altro protagonista nel CIR 2RM, ovvero Christopher Lucchesi jr, assieme a Marco Pollicino sulla vettura della casa del Leone preparata da GF Racing, e che nella classifica del Due Ruote Motrici presenta gli stessi punti – ma è terzo, quindi dietro di lui – di Alessandro Casella, reduce dal debutto nell’IRCup lo scorso anno ed altra conoscenza dei trofei Peugeot.

Inoltre sugli asfalti della natia Garfagnana Paolo Andreucci, con al fianco l’inossidabile Anna Andreussi e con la quale ha condiviso recentemente il ruolo di docente della Peugeot Competition Motorsport Academy, debutterà sulla 208 Rally4, la nuova generazione della vettura protagonista del monomarca della casa francese. Nel video in testa vediamo un estratto, caricato sulla pagina Facebook dell’undici volte campione italiano, dalla maratona di sessioni di shakedown di questo pomeriggio, in cui la coppia Ucci-Ussi offre un saggio delle prestazioni della Rally4.

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati