ERC | Rally Liepaja 2020, prima giornata: Solberg in testa nonostante gli imprevisti

Fuori Gryazin, salgono Ostberg e Lukyanuk

Nella prima giornata di gara al Rally Liepaja 2020, secondo round dell'ERC, tra polvere, imprevisti e forature svetta Oliver Solberg, inseguito da Mads Ostberg ed Alexey Lukyanuk
ERC | Rally Liepaja 2020, prima giornata: Solberg in testa nonostante gli imprevisti

Si è conclusa la prima, breve giornata del Rally Liepāja, secondo round dell’ERC 2020 che sta portando a gareggiare gli equipaggi sugli sterrati della Lettonia. Le quattro prove speciali che hanno contraddistinto questa prima tappa si concludono nel segno del giovanissimo vincitore dello scorso anno, ovvero Oliver Solberg.

Il risicato vantaggio di Oliver Solberg e il ritiro di Nikolay Gryazin

Il figlio d’arte sulla Volkswagen Polo GTI R5 assieme ad Aaron Johnston conquista i migliori tempi nella PS1 e PS4, portandosi alla fine della giornata al comando, però con un vantaggio risicato di soli dieci secondi su Mads Ostberg. Andiamo con ordine: Solberg parte subito forte, dimostrando il buon feeling con il Liepāja e le gare di questa zona del Baltico, ma dopo aver scansato i rischi provocati dall’impatto con una roccia nella PS3 lo svedese se l’è vista brutta nella PS4, a causa della polvere sollevata dalla Skoda Fabia Rally2 Evo di Mikko Heikkilä, partito prima di lui e pure alle prese con una foratura. Solberg a causa della scarsa visibilità va in testacoda, ma sorprendentemente riesce a non perdere la testa ma a mantenerla, perdendo giusto solo sei secondi (e non venti come da lui ipotizzato). Anche perché il suo diretto inseguitore nonché autore del miglior tempo nella Qualifying Stage, il rientrante Nikolay Gryazin, autore del miglior tempo nella PS2 e sempre alle calcagna di Solberg, paga poi pegno nella PS4 per via di un incidente con la sua Hyundai i20 R5, danneggiata nella parte anteriore. Ritiro momentaneo per il russo, con la speranza di potersi rimettere in competizione domani.

Rally Liepaja, prima giornata: sul podio Ostberg e Lukyanuk

Abbiamo detto del secondo posto di Ostberg, wild card in gara con la Citroen C3 R5 per meglio prepararsi alla ripartenza – a breve – del WRC: il norvegese dopo mesi a secco di rally fatica un po’ con la vettura nella PS1, lottando con il suo assetto. Alla fine della giornata il pilota non ha nascosto la propria insoddisfazione riguardo al comportamento dell’auto e per qualche problema con cui ha dovuto fare i conti. «Sicuramente è difficile non seguire la gara – ha poi dichiarato -. Voglio essere competitivo e vincere, ma ho un piano per testare la vettura e devo seguire quel piano, ed è difficile essere al top quando provi molte cose. Devo accettare la cosa».

Terzo posto per un ritrovato Alexey Lukyanuk, che avevamo lasciato reduce dalla «peggior Qualifying Stage della mia carriera» (ipse dixit), dove aveva chiuso nono. Il russo oggi si è portato a casa il miglior tempo nella PS4 in una giornata in crescendo, cominciata dalla settima posizione di partenza (il primo a scattare è stato Dominik Dinkel, quindicesimo nella qualifica e quindi ultimo a scegliersi la posizione allo start) e con qualche difficoltà nelle prove, tra cui un imprevisto tecnico alla valvola pop-off della sua C3 R5 nella PS3. Lukyanuk chiude per oggi con un ritardo di sei secondi da Ostberg e sedici da Solberg, tenendo a distanza con un gap di 14,4 secondi Eerik Pietarinen, autore anch’esso di una prima giornata in metto miglioramento, a bordo della Skoda Fabia R5.

Rally Liepaja, prima giornata: gli altri piazzamenti

Tuttavia il finnico ha un vantaggio di soli due decimi di secondo da Craig Breen, quinto sulla Hyundai i20 R5 gommata MRF Tyres ed autore del quarto miglior tempo nella PS4. Dietro l’irlandese troviamo il compagno di team in MRF (ma a bordo della Fabia Rally2 Evo) Emil Lindholm, mentre al settimo posto troviamo un’altra i20 R5, quella di Grégoire Munster, alle prese con una foratura nella PS4. Completano la top ten di oggi l’ottavo posto di Heikkilä, il nono di Raul Jeets ed il decimo di Erik Cais, che accusa qualche problema con le note nell’ultima prova speciale di oggi, dove è pure uscito di strada.

Solberg, Lindholm e Munster occupano le prime tre posizioni nell’ERC1 Junior, dove il vantaggio dello svedese nei confronti degli avversari è un po’ più alto rispetto alla classifica assoluta, mentre nell’ERC3 Junior svetta per ora Mārtiņš Sesks, che spodesta Ken Torn dopo la PS4, “vittima” a sua volta della polvere sollevata dalla Peugeot 208 Rally4 di Miika Hokkanen. Nell’ERC2 primo posto per Tibor Érdi Jr; infine, per quanto riguarda l’Abarth Rally Cup, il leader per il momento è Andrea Mabellini, vincitore del primo round del Rally di Roma Capitale, con oltre sei minuti di vantaggio su Martin Rada.

Domani si chiude con le ultime dieci prove speciali: qui il programma con gli orari del Rally Liepāja 2020.

Crediti Immagine di Copertina: FIA ERC / Gregory Lenorman

Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati