WRC | M-Sport non sostituirà la Ford Fiesta WRC con il Puma dal 2022. In preparazione la Fiesta Rally3

Niente cambio della guardia per la Ford Fiesta WRC

Contrariamente alle indiscrezioni di qualche mese fa, il Ford Puma non rimpiazzerà la Ford Fiesta WRC dal Mondiale Rally 2022. I piani di M-Sport per le nuove vetture
WRC | M-Sport non sostituirà la Ford Fiesta WRC con il Puma dal 2022. In preparazione la Fiesta Rally3

Ultimamente M-Sport sta fronteggiando gli effetti della crisi innescata dal coronavirus, dovendo anche far fronte a dei licenziamenti nella sua struttura di Dovenby Hall («Uno delle decisioni più difficili che io abbia mai dovuto intraprendere in anni di militanza nei rally», ha commentato l’amministratore delegato Malcom Wilson). Tuttavia non sembra essere in dubbio la presenza del team legato a Ford anche nel WRC 2022, anno uno del nuovo corso tecnologico del campionato mondiale, in cui entrerà in scena anche l’ibrido.

Niente Ford Puma dal WRC 2022

Tuttavia, a differenza di quanto si vociferava mesi fa (e ben prima del Covid) la vettura che verrà utilizzata da M-Sport a partire da quella stagione sarà sempre la Fiesta WRC, in uso dal 2011, e non il Puma, secondo quanto annunciato durante il lancio del nuovo negozio online per la clientela delle Fiesta MkII Rally2, Fiesta Rally4 e Bentley Continental GT3. Evidentemente non è il momento di sviluppare una nuova auto rally partendo da un’altra base di serie, ed è molto meno dispendioso sotto ogni punto di vista sfruttare il modello già esistente per adattarlo alle nuove regolamentazioni.

M-Sport al lavoro sulla Ford Fiesta Rally3

In ogni caso M-Sport si prepara a rinominare la Ford Fiesta MkII R5 in Fiesta Rally2, seguendo le nuove direttive FIA, e potrebbe inoltre mettersi al lavoro per creare una nuova Fiesta Rally3 in tempo per la stagione 2021, come riporta RallyeSport. Via di mezzo semplificata tra la classe R5 e la R2, le auto che rientreranno in questa nuova categorizzazione introdotta dalla FIA saranno praticamente delle Rally4 (cioè la vecchia R2) però a quattro ruote motrici, con carrozzeria e passo standard nate per offrire una alternativa mediana con costi ragionevoli (100.000 euro il prezzo massimo) ai costruttori interessati a gareggiare nel mondo rally, e la cui omologazione avverrà da gennaio del prossimo anno.

La Fiesta Rally3 sarà costruita nello stabilimento in Polonia, dove vengono già assemblate le versioni Rally5 (la vecchia R1) e Rally4, e come abbiamo accennato dovrebbe essere pronta per il 2021.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati