CI Cross Country | Riparte la stagione di Suzuki e Lorenzo Codecà

Inoltre gli iscritti del Suzuki Challenge

Al Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina partirà anche la stagione del Campionato Italiano Cross Country 2020, dove si conferma l'impegno di Suzuki con il pluricampione Lorenzo Codecà e la serie Challenge
CI Cross Country | Riparte la stagione di Suzuki e Lorenzo Codecà

Scatta questo weekend la stagione 2020 del Campionato Italiano Cross Country, che partirà dal Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina secondo i nuovi calendari stilati dalla Federazione nazionale a seguito degli sconvolgimenti portati dal Covid.

Suzuki e Codecà, la storia continua nel Campionato Italiano Cross Country

Come confermato in tempi non sospetti, Suzuki aveva già ufficializzato lo scorso novembre il proseguimento della sua fortunata storia all’interno del CICC, dove ha conquistato negli anni ben nove titoli nazionali, senza contare poi i successi nel Tout Terrain. L’uomo sui cui la casa di Hamamatsu punterà ancora una volta è il veterano Lorenzo Codecà, anch’egli plurivincitore della serie tricolore e campione in particolare nelle ultime tre stagioni, e che ritroverà al proprio fianco sulla fidata Suzuki Gran Vitara 3.6 V6 per il Gruppo T1 Mauro Toffoli, con cui fa coppia dalla scorsa stagione.

«Partiamo anche quest’anno comunque, logicamente, sempre per difendere il titolo», commenta Codecà. «Affronteremo il Campionato puntando al massimo della posta ad ogni gara. Non possiamo ragionare diversamente. Ma le insidie e le variabili non mancheranno, dato che quest’anno ci sono due novità importanti. Sia il Valtiberina che il Tuscan non l’abbiamo mai affrontate come gare, quindi saranno tutte da scoprire per noi del Cross Country. Questa stagione è basata su settori con terreno prettamente rallistico, molto più veloci. Per le nostre auto saranno più semplici da affrontare – prosegue il pilota brianzolo – perché poco insidiosi, così il confronto si baserà soprattutto sulla velocità. Meno salti e guadi, ma ci sarà da divertirsi lo stesso andando più di traverso. Noi non dovremmo avere problemi, dato che il Gran Vitara ha nella maneggevolezza e nella guidabilità il suo forte, quindi sulla carta dovremmo ben figurare. Quest’anno viste le vicende legate al coronavirus siamo già contenti di quello che arriva e ricominciare a correre è un grande traguardo».

Suzuki Challenge 2020, gli iscritti

Suzuki inoltre conferma la sua longeva serie Challenge, giunta al ventunesimo anno di vita. Dopo aver visto i dettagli del format e del calendario, vediamo chi sarà al via della serie supportata a livello tecnico da Emmetre Racing e con protagoniste le Grand Vitara 3p DDiS del Gruppo T2, tutte con gomme BFGoodrich. Presente un’altra colonna della disciplina come Alfio Bordonaro, tricampione del Challenge inclusa l’edizione dello scorso anno, e che avrà al proprio fianco Marcello Bono. Sempre dalla Sicilia ecco Chinti Marino Gambazza con Paolo Manfredini e Mirko Emanuele, al ritorno nel monomarca dopo una assenza di otto anni, con Sandra Castellani. Al Valtiberina troveremo anche Carmelo Ciancio, all’esordio nel Suzuki Challenge, con Stefano Tironi, Andrea Luchini assieme a Piero Bosco, Mauro Cantarello con Francesco Facile e i vicecampioni uscenti Alessandro e Marco Trivini Bellini. «Il Suzuki Challenge a mio avviso si conferma una realtà importante – commenta ancora Codecà -. Diversi iscritti e vetture ancora estremamente competitive, che possono puntare anche all’assoluta. Sono ancora affidabili e divertentissime, quindi onore al merito al Gran Vitara che si conferma vettura di livello eccezionale».

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati