CIR

ERC – CIR | Rally Roma Capitale, Basso mette in fila tutti nella Qualifying Stage

I risultati della Qualifying Stage

Con la Qualifying Stage si apre il programma del Rally Roma Capitale, primo appuntamento 2020 del Campionato Italiano ed Europeo. Subito in mostra i favoriti
ERC – CIR | Rally Roma Capitale, Basso mette in fila tutti nella Qualifying Stage

È scattato stamattina il prologo del Rally di Roma Capitale 2020, appuntamento che apre la tanto rinviata – causa virus – stagione sia dell’ERC, il campionato europeo, che del CIR, quello italiano. Nel programma di stamattina, al di là delle prove libere e dello shakedown, spiccava la Qualifying Stage, il format della competizione continentale che offre ai piloti (iscritti nell’ERC, ovviamente) nei primi quindici posti dei migliori tempi la possibilità di scegliersi la posizione di partenza nella prima giornata di gara (che si terrà domani).

Giandomenico Basso domina la Qualifying Stage

I risultati delle prove di qualificazione ci hanno offerto un sunto abbastanza preciso di quelli che potrebbero essere i favoriti di quest’anno, a cominciare da chi ha dominato ottenendo il primo posto: parliamo di Giandomenico Basso, che sul tracciato di Fumone da 4,02 km – lo stesso del successivo shakedown – ha conquistato il miglior tempo dando subito prova di un ottimo feeling con la Volkswagen Polo GTI R5, vettura con cui si sta approcciando per la prima volta in carriera. Da notare che il pilota veneto del team Loran arriva al Roma Capitale con giusto i test svolti sulla nuova auto e nessuna gara all’attivo.

Lukyanuk e Crugnola sul podio

Ad una incollatura da Basso (0,38 decimi di secondo) si piazza il vicecampione ERC uscente ed altro favorito Alexey Lukyanuk, anch’egli a digiuno di competizioni da molti mesi (almeno dal Rally di Ungheria del 2019). Il russo sulla Citroen C3 R5 ha confermato la presenza di una delle caratteristiche di questo appuntamento, ovvero asfalti cosparsi qua e là di sassolini che potrebbero complicare il grip, se non causare forature come è avvenuto negli scorsi anni. Una cosa che ha fatto notare in questi giorni anche Andrea Crugnola, altro favoritissimo e terzo nella Qualifying Stage odierna, con un gap un secondo e dodici dal suo rivale per il titolo tricolore. «Non male, la strada è davvero sporca. Ho cercato di evitare errori», ha commentato a fine prova il varesino. 

I piazzamenti della Qualifying Stage del Roma Capitale 2020

Dietro al pilota che debutta quest’anno sulla C3 R5 assieme a Pietro Ometto troviamo poi l’attesissima wild card Oliver Solberg, su un’altra Polo R5. Gap contenuto anche per il giovanissimo figlio d’arte nonostante un errore alla prima curva, a 1,18 secondi da Basso e primo tra i piloti ERC1 Junior. Quinto posto per l’alfiere di MRF Tyres Emil Lindholm su Skoda Fabia Rally2 Evo, mentre l’altro atteso compagno di squadra Craig Breen non va oltre il nono posto a 2,76 secondi dalla vetta. Prima del pilota su Hyundai i20 R5 troviamo al sesto posto Fabian Kreim (a bordo della Polo R5), settimo Simone Tempestini su Fabia R5, ottavo il connazionale di Breen Callum Devine (Hyundai i20 R5). Chiude la top ten Norbert Herczig (Polo R5) mentre è undicesimo una delle due scelte di M-Sport per il Roma Capitale, ovvero Adrien Fourmaux, a bordo Ford Fiesta R5 MkII con la livrea arancione di Orange1 Racing. Efrén Llarena, campione ERC3 uscente, è dodicesimo, il giovane in quota Hyundai Grégoire Munster chiude tredicesimo precedendo Avbelj Boštjan su Fabia R5, ed infine l’ultimo posto della top 15 è occupata dal nostro Giacomo Scattolon (Skoda Fabia R5).

Per quanto riguarda le altre categorie, nella Qualifying Stage Andrea Mabellini ottiene il primo posto nell’ERC2 e nell’Abarth Rally Cup, mentre nell’ERC3 ed ERC3 Junior primeggia Miika Hokkanen sulla nuova Peugeot 208 Rally4, che debutta in una serie titolata.

Disavventura per Filip Mares

Una certa sorpresa è arrivata dalle prove libere che si sono tenute di buon’ora, alle 7 di mattina: il già campione ERC1 Junior 2019 Filip Mareš è stato suo malgrado protagonista di un incidente con la Skoda Fabia Rally2 Evo. Il ceco è finito fuori strada, tra la vegetazione, in una dinamica che ha spiegato così come riporta il sito del campionato europeo: «Ho perso il controllo del posteriore in una sezione veloce e piuttosto sconnessa poco dopo essere partito. Ho sbandato e siamo finiti fuori strada». Doccia fredda per il giovane pilota che ora si aggrappa al lavoro dei meccanici per tentare l’impresa e presentarsi alla gara di domani: «Vedremo se il team sarà in grado di riparare la vettura prima del via perché attualmente è ancora in mezzo alle frasche. Ci proveremo». Stasera alle 19:00 la selezione dell’ordine allo start di domani e la cerimonia di partenza nella cornice di Castel Sant’Angelo.

Qui la programmazione tv e web del Rally di Roma Capitale.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Tags
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati