Formula E | Sette Camara sostituisce Hartley in Dragon Racing a Berlino

Il brasiliano al debutto dopo i rookie test

GEOX Dragon ha scelto Sergio Sette Camara per le ultime sei gare della Formula E a Berlino, al posto di Brendon Hartley.
Formula E | Sette Camara sostituisce Hartley in Dragon Racing a Berlino

Altro cambio di pilota in Formula E per le ultime gare stagionali di Berlino: Sérgio Sette Câmara sostituirà Brendon Hartley alla GEOX Dragon Racing. Il pilota di riserva di Red Bull e AlphaTauri in Formula 1 debutterà così nel campionato elettrico.

Sette Camara scelto da GEOX Dragon Racing

Il brasiliano conosce già la vettura avendo preso parte ai test riservato ai rookie a Marrakech, concludendo tra l’altro la giornata in seconda posizione. Sette Câmara ha corso fino allo scorso anno in Formula 2, alternandosi tra il 2017 e il 2019 con MP Motorsport, Carlin e DAMS oltre a ricoprire proprio l’anno passato il ruolo di riserva di McLaren. Il 22enne ora si preparerà anche all’avventura in Super Formula – dopo aver tentato di trovare un sedile con Arrow McLaren SP in IndyCar Series – e lo si è visto anche in Austria e in Ungheria durante i weekend della F.1. «Sono rimasto molto colpito da Sergio a Marrakech e dal suo lavoro al simulatore con i nostri ingegnere, continuando lo sviluppo nella nostra Penske EV-4» ha detto Jay Penske, boss del team. «Non vedo l’ora di vederlo in pista a Berlino e mi aspetto che lotterà per i punti in queste gare».

Hartley impegnato con Toyota nel FIA WEC

«Io e il team abbiamo raggiunto un’ottima chimica nei rookie test di Marrakech» ha aggiunto Sette Câmara. «Abbiamo seguito il programma terminando al 2° posto. Sono felice di condividere la notizia che lavorerà di nuovo con loro, questa volta in gara e che rende quindi tutto ancora più speciale. Voglio ringraziare Jay Penske e tutti i membri di GEOX Dragon Racing per avermi dato questa opportunità». Hartley si è liberato dall’impegno nel campionato a causa della concomitanza con il FIA World Endurance Championship.

Copyright foto: Formula E

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati