Arriva l’omologazione per l’Alpine A110 Rally, pronta per le competizioni [VIDEO]

La vettura Signatech omologata nella R-GT

Dopo tanto lavoro di sviluppo e di test, l'Alpine A110 Rally riceve dalla FIA l'omologazione per la classe R-GT, consentendone così l'iscrizione ai campionati, dai nazionali sino al WRC
Arriva l’omologazione per l’Alpine A110 Rally, pronta per le competizioni [VIDEO]

La pandemia del coronavirus ci ha fatto un po’ perdere di vista tra le altre cose anche l’Alpine A110, nella versione della vettura rally progettata per il gruppo R-GT e che in teoria doveva debuttare nelle competizioni titolate all’inizio del 2020. 

La prima uscita in gara della Alpine A110 Rally

L’omologazione da parte della FIA invece è arrivata adesso, come culmine di un lavoro di sviluppo e di test che si è protratto a lungo per definire al meglio le caratteriste dell’auto. L’Alpine A11o Rally ha comunque timbrato una prima uscita in gara al Rally Le Touquet (possiamo vedere qualche immagine presa dall’evento in testa all’articolo), messa su strada dal team FJ e con a bordo il veterano dei rally e vicecampione WRC 1993 François Delecour, con Jean-Rodolphe Guigonnet alle note: un esordio molto positivo, visto che la vettura ha ottenuto il primato nella classe R-GT. Classe nella quale è stata infine omologata dalla Federazione internazionale e che consentirà all’Alpine A110 Rally di poter prendere parte ai campionati sia nazionali che esteri, sino al WRC volendo. 

Le caratteristiche dell’Alpine A110 Rally

La versione rally dell’Alpine A110 entra così ufficialmente in una famiglia che vede già rilanciate, dal 2017, le versioni GT4 e Cup della stessa A110. La creatura del team Signatech rispolvera così i fasti di un auto che regalò gloria al marchio francese, dando ad esso la vittoria tra i costruttori nel WRC 1973, prima edizione del Mondiale Rally. L’A110 Rally monterà un motore 4 cilindri turbo da 1,8 litri, con potenza oltre i 300 cv, più cambio sequenziale a sei rapporti, differenziale a slittamento limitato e un telaio in alluminio leggero che prende le mosse dalla versione di serie. Il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 150.000 euro.

Il direttore di Signatech, Philippe Sinault, ha così commentato: «Ogni omologazione è un lungo processo che richiede quasi un anno di lavoro attraverso più ispezioni effettuate in maniera meticolosa sulla nostra auto, telaio o persino sul motore. L’enorme lavoro svolto dal team tecnico di Lionel Chevalier negli ultimi dieci mesi è stato ora premiato con questa omologazione FIA ​​R-GT. Vorrei anche ringraziare Renault Sport Racing e la FFSA [la Federazione nazionale francese, ndr] per la preziosa collaborazione. Questa omologazione rende l’Alpine A110 Rally idonea a tutti gli eventi internazionali, in particolare nel WRC e nell’ERC, oltre agli eventi nazionali e locali in cui è presente da marzo.Inoltre apre nuovi orizzonti sportivi per tutti i nostri clienti, di cui ne abbiamo già più di dieci. Non vediamo l’ora di vedere l’Alpine A110 Rally confermare il suo potenziale sulle PS più belle del pianeta, ma soprattutto siamo orgogliosi e onorati di contribuire al ritorno di Alpine nel mondo rally quarantasette anni dopo il debutto del FIA World Rally Championship aperto dal marchio con la Berlinette».

Crediti Video: NormandieRallye NR

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati