CIGT | Mugello, Gara: la prima firma va all’Audi di Drudi-Agostini-Mancinelli

In volata su BMW

Mattia Drudi porta vittoriosa sul traguardo l'Audi nel primo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo, protagonista al Mugello.
CIGT | Mugello, Gara: la prima firma va all’Audi di Drudi-Agostini-Mancinelli

Finale da cardiopalma quello visto ieri nel primo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo al Mugello. Mattia Drudi tiene a bada Alexander Sims e regala la vittoria in volata all’Audi Sport Italia assieme ai suoi compagni Riccardo Agostini e Daniel Mancinelli.

Il resoconto della gara: GT3

Una vittoria ampiamente meritata, costruita sin dalle prove ufficiali con una pole stratosferica e aggiudicata con tre stint impeccabili da parte di Drudi-Agostini-Mancinelli. L’equipaggio di Audi Sport Italia ha iniziato nel migliore dei modi la serie Endurance, grazie anche un finale infuoco al che ha visto protagonista Drudi precedere Sims, solamente per il primo round portacolori di BMW Italia assieme a Stefano Comandini e a Marius Zug. Un finale che ha premiato i colori Audi, dopo i primi due stint impeccabili di Agostini, passato a condurre su Comandini al 21° passaggio, e Mancinelli che ha confermato la leadership prima di consegnare la vettura a Drudi. Il pilota riminese, nonostante il distacco di una bandella laterale dell’ala posteriore, è stato bravissimo a rintuzzare nel finale il ritorno di Sims, resistendo a ben quattro attacchi alla curva San Donato, in occasione dei quali il portacolori BMW era riuscito a passare al comando per qualche metro e che hanno portato ad un arrivo al fotofinish con appena 26 millesimi di secondo di vantaggio per i portacolori Audi.

A podio anche Lamborghini con Audi e BMW

Il terzo gradino del podio è stato completato dalla Lamborghini Huracán GT3 di Galbiati-Venturini-Postiglione, con il pilota lucano bravo nel primo stint a rimanere a ridosso dei primi, ma altrettanto abile Galbiati, al debutto nella classe maggiore e già pilota dei Monomarca della Casa di Sant’Agata Bolognese, a consegnare a Venturini la vettura al 2° posto. Il pilota veneto non è riuscito a contenere la rimonta di Sims, tuttavia il 3° posto finale è da considerarsi ottimo per i portacolori dell’Imperiale Racing. In quarta piazza si è classificata la Ferrari 488 GT3 di Roda-Rovera-Fuoco (AF Corse), sempre nelle posizioni a ridosso del podio con un ottimo primo stint di Roda, al debutto nella serie tricolore, e gli ultimi due a livello dei migliori da parte di Rovera e Fuoco, concludendo davanti alle due Lamborghini Huracán GT3 del VSR di Kroes-Shandorff-Tujula e Aghakani-Giammaria-Pulcini e alla Mercedes-AMG GT3 (AKM Motorsport) di Linossi-Colombo-Ferrari, coinvolti nel finale nel contatto con la Lambo della squadra di Vincenzo Sospiri.

Il resoconto della gara: GT4

Nella classe GT4 non è mai stata in discussione la vittoria di Gnemmi-De Castro-Pera, scattati al via con il miglior tempo in prova. Il successo dei portacolori dell’Ebimotors è maturato nel primo stint in occasione del quale Pera ha allungato con decisione sugli avversari conquistando oltre 40 secondi di vantaggio sulla Mercedes AMG GT4 di Magnoni, sulla BMW M4 GT4 di Nicola Neri e sulla seconda vettura della compagine comasca affidata a Di Giusto. Nel secondo stint Gnemmi ha controllato bene la gara su Schjerpen, mentre Riccitelli, subentrato a Neri, si è esibito in una bella rimonta che lo ha portato a ridosso del pilota norvegese. Il sorpasso e la seconda posizione finale dei portacolori di BMW Team Italia è maturato nell’ultimo stint, con Guerra sotto alla bandiera a scacchi davanti a Magnoni e Piccioli, quest’ultimo subentrato a Marchi.

Campionato Italiano Gran Turismo 2020 – Mugello, Gara: classifica

Copyright foto: ACI Sport

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati