FIA F3 | Budapest, Gara 1: Pourchaire domina davanti alle Prema di Piastri e Sargeant

Partenza rocambolesca in Ungheria

Théo Pourchaire letteramente domina Gara 1 della Formula 3 all'Hungaroring. Start davvero caotico, con diversi protagonisti fuori gioco.
FIA F3 | Budapest, Gara 1: Pourchaire domina davanti alle Prema di Piastri e Sargeant

Secondo successo stagionale per Théo Pourchaire in Formula 3. L’alfiere di ART Grand Prix ha letteralmente nominato Gara 1 all’Hungaroring, rifilando ben oltre 11” a Oscar Piastri e a Logan Sargeant che hanno concluso alle sue spalle con le vetture di Prema.

Il resoconto di Gara 1: dominio di Pourchaire

Il francese era riuscito a vincere la scorsa settimana nella corsa domenicale al Red Bull Ring, ma stavolta ha davvero dimostrato di che pasta è fatto. Alla ripartenza, dopo una lunga bandiera rossa per l’olio lasciato in pista dallo sfortunato Liam Lawson, Pourchaire è praticamente scappato via, incanalando giri veloci uno dietro l’altro e assicurandosi facilmente la vittoria. Niente da fare per Piastri e Sargeant, che hanno mantenuto le due restanti piazze sul podio e domani tenteranno di rifarsi nella Sprint Race. Gran lavoro da parte di Bent Viscaal e Richard Verschoor: i due nederlandesi di MP Motorsport sono sempre andati all’attacco – soprattutto il secondo –, recuperando diverse posizioni e addirittura in battaglia tra loro nell’ultimo giro. Non in formissima Sebastián Fernández, comunque 6° con l’altra vettura di ART Grand Prix e davanti alla Campos di Alex Peroni. Bella performance da parte di Dennis Hauger giunto 8° con Hitech GP, mentre Clément Novalak ha addirittura recuperato 17 posti per concludere 9°. Chiude la top-10 David Beckmann, partito anche lui abbastanza indietro con Trident.

Tanti ritiri in un caotico inizio gara

Partenza rocambolesca quella vista all’inizio, con i piloti partiti su pista bagnata e con gomme d’asciutto; questo ha causato un grosso errore da parte di Sargeant alla prima frenata, che ha perso completamente la monoposto e ha colpito il poleman Aleksandr Smolyar costretto poi al ritiro. Inoltre, anche Frederik Vesti ha alzato bandiera bianca per un incidente con Calan Williams – ottimo ieri nelle qualifiche con Jenzer –, così come il già citato Lawson (col motore che ha preso fuoco al 7° giro), Jack Doohan, Liam Lawson e Lirim Zendeli.

Pos Driver Team Time/Gap
1 Theo Pourchaire ART Grand Prix 1h03m55.424s
2 Oscar Piastri Prema +11.920s
3 Logan Sargeant Prema +14.739s
4 Bent Viscaal MP Motorsport +17.360s
5 Richard Verschoor MP Motorsport +18.063s
6 Sebastian Fernandez ART Grand Prix +19.636s
7 Alex Peroni Campos Racing +21.431s
8 Dennis Hauger Hitech GP +21.656s
9 Clement Novalak Carlin +22.208s
10 David Beckmann Trident +22.951s
11 Max Fewtrell Hitech GP +23.428s
12 Lukas Dunner MP Motorsport +27.298s
13 Federico Malvestiti Jenzer Motorsport +27.972s
14 Enaam Ahmed Carlin +28.597s
15 Igor Fraga Charouz Racing System +30.883s
16 David Schumacher Charouz Racing System +31.265s
17 Cameron Das Carlin +34.777s
18 Sophia Floersch Campos Racing +36.352s
19 Enzo Fittipaldi HWA Racelab +36.629s
20 Alessio Deledda Campos Racing +38.432s
21 Olli Caldwell Trident +44.026s
22 Matteo Nannini Jenzer Motorsport +47.482s
23 Roman Stanek Charouz Racing System +49.705s
24 Jake Hughes HWA Racelab +1m02.217s
Ret Lirim Zendeli Trident +16 laps
Ret Liam Lawson Hitech GP +18 laps
Ret Jack Doohan HWA Racelab +19 laps
Ret Alexander Smolyar ART Grand Prix +21 laps
Ret Frederik Vesti Prema +22 laps
Ret Calan Williams Jenzer Motorsport +22 laps

Classifica a cura di Formula Scout

 

Leggi altri articoli in Formula 3

Commenti chiusi

Articoli correlati