WRC | Pirelli, il bilancio dei test in Sardegna. “Torneremo il prossimo mese”

Test positivi per Pirelli

Si sono chiuse le prime sessioni di test per i pneumatici Pirelli, fornitore unico del WRC dal 2021. Il bilancio di Terenzio Testoni, che promuove il lavoro svolto in Sardegna da Mikkelsen e dalla Citroen C3 WRC
WRC | Pirelli, il bilancio dei test in Sardegna. “Torneremo il prossimo mese”

Questa settimana sono partiti i test Pirelli per lo sviluppo dei pneumatici che l’azienda metterà a disposizione, nella veste fornitore unico, dal WRC 2021 e sino al 2024 . A bordo della Citroen C3 WRC selezionata per le sessioni e dall’elegante livrea nera, Andreas Mikkelsen e Anders Jæger hanno svolto i primi test sulle strade sterrate ed asfaltate della Sardegna, in giornate calde sì ma non terrificantemente afose (e comunque con le condizioni ideali per mettere alla prove le gomme Pirelli).

Test Pirelli WRC, il bilancio di Terenzio Testoni

Conclusa questa prima tornata e in attesa di procedere con ulteriori sessioni di sviluppo, il Rally Activity Manager della multinazionale lombarda, Terenzio Testoni, ha stilato un bilancio molto positivo di questa settimana sulle pagine di DirtFish. «Nonostante le condizioni molto calde e difficili della Sardegna – che erano esattamente quello che stavamo cercando – siamo stati in grado di superare l’intero programma di test senza alcuna battuta d’arresto. Il test ci ha aiutato a comprendere il percorso di sviluppo per il 2021 sia su sterrato che su asfalto, considerando gli elevatissimi carichi aerodinamici generati dall’ultima generazione delle World Rally Car».

“L’equipaggio e la Citroen hanno svolto un lavoro perfetto”

Testoni promuove anche il lavoro dell’equipaggio, con un Mikkelsen che non appena terminato l’impegno con Pirelli correrà questo weekend in pista, salendo a bordo della Porsche 911 GT3 Cup per la Carrera Cup in partenza da Falkenberg, in Svezia. «Andreas e Anders hanno fatto un lavoro perfetto e anche la C3 WRC si è comportata perfettamente», spiega il manager, elogiando quindi anche la vettura Citroen.

Poi, andando sullo specifico, ha argomentato: «Sulla terra, abbiamo testato la gomma con la mescola dura, con particolare attenzione alla riduzione dell’usura, e anche la mescola morbida, al fine di comprendere meglio il divario tra le due diverse specifiche che useremo nel campionato del mondo l’anno prossimo. Su asfalto siamo stati in grado di esaminare un paio di prototipi diversi per correlare la dinamica della vettura con le esigenze delle gomme. Il concept dei nostri prototipi iniziali ha dimostrato di avere una buona base, il che è molto incoraggiante per il futuro. Ora analizzeremo tutti i dati raccolti nella nostra sede di Milano – conclude Testoni – per vedere quali modifiche possiamo apportare per i prossimi test», previsti ad agosto sempre in Sardegna.

Crediti Immagine di Copertina: Pirelli

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati