FIA F2 | Budapest 2020: anteprima e orari del weekend

Si vola in Ungheria

Dopo appena una settimana, la Formula 2 si sposta dall'Austria all'Ungheria per il terzo appuntamento della stagione 2020.
FIA F2 | Budapest 2020: anteprima e orari del weekend

La Formula 2 prosegue il proprio cammino dopo l’inizio infuocato con due weekend consecutivi al Red Bull Ring. Stavolta è il turno dell’Hungaroring, che ospiterà due gare sempre al fianco della Formula 3 e della Formula 1. Gran bagarre al vertice della classifica, con il rookie di Prema Robert Shwartzman davanti a tutti.

Programma ed orari

Venerdì 10 luglio
12.55 – Prove Libere (45 minuti)
17.00 – Qualifiche (30 minuti)

Sabato 11 luglio
16.45 – Gara 1 (37 giri)

Domenica 12 luglio
11.10 – Gara 2 (28 giri)

Gli orari sono riferiti a quelli italiani (GMT+1). Le qualifiche e la gara saranno in diretta su Sky Sport F1 HD.

Anteprima del weekend

Un inizio davvero ricco di emozioni quello che ha messo in scena la Formula 2, con molti debuttanti che l’hanno fatta da padrone rispetto a chi ha molta più esperienza nella serie addestrativa. Infatti, Shwartzman si trova in vetta alla graduatoria piloti e ha collezionato una significante vittoria in Gara 1 lo scorso fine settimana e, sebbene abbia poi segnato un ritiro, è primo con 48 punti. A seguirlo troviamo un altro rookie di valore come Christian Lundgaard, che si è appropriato di Gara 2 con l’ART Grand Prix e ora a quota 43 a pari merito con Callum Ilott; quest’ultimo, assieme al compagno di squadra in UNI-Virtuosi Guanyu Zhou, è forse il favorito al titolo ma dovrebbe mettere una marcia in più. Per quanto riguarda il cinese, la sfortuna l’ha colpito nel primo doppio-round in Austria e, infatti, nella seconda ripetizione si è distinto con un 3° e un 4° posto. Bella performance anche di Dan Ticktum, più veloce nella Sprint Race e ora 4° in classifica con 36 punti. Ha sorpreso anche Marcus Armstrong, 5° a 34 punti che permettono all’ART Grand Prix di essere prima nella classifica a squadre.

Su un tracciato lento come quello dell’Hungaroring conteranno molto la qualifica e anche i risultati di Gara 1: lo scorso anno Mick Schumacher vinse la seconda corsa grazie proprio alla partenza dal palo guadagnata nella prima. Proprio il tedesco è chiamato a far di meglio, essendo stato autore di un incidente e di un ritiro (quest’ultimo non per colpe sue). Attenzione a Yuki Tsunoda, dimostratosi velocissimo nel giro secco, e anche a Felipe Drugovich, capace di qualche exploit. Occhio di riguardo per i motori Mecachrome, sotto accusa per la poca affidabilità dimostrata.

Copyright foto: ACI Sport

Leggi altri articoli in Formula 2

Commenti chiusi

Articoli correlati