CIR

ERC – CIR | Rally Roma Capitale 2020, anteprima ed orari. Le precisazioni sulla presenza del pubblico

Guida rapida al Rally di Roma Capitale

Si apre finalmente la stagione 2020 del Campionato Europeo Rally ERC e del Tricolore CIR con il Rally di Roma Capitale, presentato oggi. I dettagli e il chiarimento sulla presenza o meno del pubblico
ERC – CIR | Rally Roma Capitale 2020, anteprima ed orari. Le precisazioni sulla presenza del pubblico

Abbiamo atteso mesi, e finalmente ci ritroviamo a parlare dell’imminenza non di una cancellazione, ma della disputa di una gara titolata, anzi due. Il Rally di Roma Capitale, in programma dal 24 al 26 luglio, apre ufficialmente la stagione del Campionato Europeo Rally (ERC) e, al contempo, del Campionato Italiano (CIR) ed è stato presentato oggi, via streaming (o tempora, o mores), sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento.

Aperta da un intervento registrato del Presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, per motivi di lavoro non presente ma che ha voluto portare il proprio saluto, dal presidente FIA Jean Todt (che ha lodato il lavoro degli organizzatori e di ACI Sport per garantire la sicurezza dell’evento e ha riservato un pensiero affettuoso per Alex Zanardi) dal presidente CONI Giovanni Malagò, dalla presidente ACI Roma Giuseppina Fusco e dal coordinatore dell’ERC Jean-Baptiste Ley, la conferenza è poi entrata nel vivo con le parole di Marco Rogano, Direttore Generale ACI Sport. «Sarà ancora una volta una gara da ricordare, quest’anno ancora di più», ha commentato lodando il lavoro e l’esperienza di Motorsport Italia di Max Rendina, organizzatore dell’evento dal 2013 e che ha contribuito a portare l’evento nel calendario europeo dal 2017. 

Rally di Roma Capitale 2020: le misure per gli accessi

Rendina ha spiegato come funzionerà l’evento per il pubblico: «Nessun spettatore potrà accedere all’area assistenza, direzione gara, partenza ed arrivo [salvo addetti ai lavori registrati sulla piattaforma di registrazione online sul sito della manifestazione, ndr]. Serviranno pass specifici, ma nessuno può vietare qualcuno di vedere le prove: tuttavia agli indisciplinati chiedo di mantenere le distanze sociali (anche perché c’è una multa da 400 euro): noi non possiamo impedirlo, l’importante è che abbiate la mascherina e rispettiate le distanze», aggiungendo che comunque ci sarà una copertura mediatica molto estesa da parte di Eurosport e Rai Sport, tra le altre tv che trasmetteranno, e che verrà annunciata nei dettagli nei prossimi giorni.

«Noi non abbiamo previsto nelle prove speciali zone per il pubblico, perciò le persone sanno che se si presentano è a loro rischio e pericolo», puntualizza Rendina. Quindi in generale Motorsport Italia non ha previsto aree dedicate agli spettatori (altrimenti si rischia di cancellare delle prove speciali se ci fossero assembramenti di pubblico, un po’ come succede normalmente nelle gare rally). L’applicazione creata tramite la piattaforma di registrazione online servirà al controllo degli accessi da parte di personale dei team, media e via dicendo nelle aree dedicate, come il parco assistenza. Previsto inoltre un Covid manager, come stabilito anche dai protocolli per la ripartenza degli eventi rally.

Quindi, ricapitolando: porte chiuse significa che gli spettatori non ci saranno alla partenza, parco assistenza, media zone, direzione gara. L’applicazione per la registrazione degli accessi, inizialmente, era stata studiata anche per il pubblico, ma alla luce degli ultimi DPCM in materia del contenimento del virus questa opzione è saltata, quindi la piattaforma resta solo per gli addetti ai lavori. Gli organizzatori ovviamente non possono però impedire gli accessi nelle aree pubbliche e libere delle prove speciali, che però non hanno zone per gli spettatori previste, ma fanno appello alla responsabilità individuale: chi vuole osare sa che può rischiare una multa da parte delle forze dell’ordine di 400 euro.

Rally di Roma Capitale 2020, il programma

Parleremo in maniera approfondita e a parte della lista iscritti, chiusa lo scorso 12 luglio e che si preannuncia molto fitta di grandi nomi, come abbiamo anticipato in questi giorni (considerata anche la presenza della categoria speciale RallyStars); per quanto riguarda invece il percorso, quest’ultimo è stato inevitabilmente rivisto, e spicca in particolar modo il depennamento delle prove spettacolo del Lido di Ostia, nota anche come Super Stage Arena ACI Roma. Ovvi i motivi di questa cancellazione, considerata la priorità al rispetto delle norme di sicurezza sanitaria e il voler evitare assembramenti.

In ogni caso il Roma Capitale assicura quest’anno 15 prove speciali per 197,80 km di gara, 813,57 totali. Saranno 97 i chilometri da percorrere il sabato, 100,8 la domenica, con la partenza venerdì 24 luglio con lo skakedown e la qualifying stage valida per i piloti ERC, che consentirà ai primi quindici di potersi scegliere la posizione di partenza in gara per la prima giornata: entrambe si svolgeranno nella zona di Fumone, mentre dalle 17:15 partirà la Cerimonia di Partenza da Castel Sant’Angelo (ricordiamo, chiusa al pubblico), la sfilata dei mezzi in gara e il riordino serale a Fiuggi, base del quartier generale e del parco assistenza.

Si entra nel vivo quindi sabato 25 luglio con la competizione sia per l’ERC che per il CIR, con quest’ultimo che affronterà la Gara 1 nel nuovo format studiato dopo la ridefinizione del calendario 2020, e per le altre categorie come quella speciale Rally Stars. Start dalle 9 di mattina con la successione di classici come la Pico-Greci, seguita dalla Roccasecca-Colle San Magno e la Santopadre-Arpino, la più lunga del programma: questo primo giro mattutino verrà ripetuto nel pomeriggio, dove si chiuderà la Gara 1 del Tricolore.

Domenica 26 si chiude con tre prove speciali ripetute nel corso della giornata tre volte, ovvero la Rocca di Cave, Rocca Santo Stefano e Guarcino; si archivierà così Gara 2 del CIR e la competizione dell’ERC, con la cerimonia del podio prevista alle 18:30 a Fiuggi.

Rally di Roma Capitale 2020, il percorso con gli orari

-Venerdì 24 Luglio

07:00 – Shakedown (Fumone – Frosinone) 4,02 km

09:30 – Qualifying Stage (Fumone – Frosinone) 4,02 km

17:15 – Cerimonia di Partenza (Roma – Castel Sant’Angelo)

 

-Sabato 25 Luglio

09:13 – SS 1 Pico – Greci 1, 13,40 km

10:02 – SS 2 Roccasecca – Colle San Magno 1, 13,93 km

10:52 – SS 3 Santopadre – Arpino, 1 21,17 km

Service A (Fiuggi)

15:26 – SS 4 Pico – Greci 2, 13,40 km

16:15– SS 5 Roccasecca – Colle San Magno 2, 13,93 km

17:05 – SS 6 Santopadre – Arpino 2, 21,17 km

Service B (Fiuggi)

 

-Domenica 26 Luglio

Service C (Fiuggi)

08:32 – SS 7 Rocca di Cave 1, 7,25 km

08:49 – SS 8 Rocca Santo Stefano 1, 14,60 km

09:45 – SS 9 Guarcino 1, 11,75 km

 Service D (Fiuggi)

12:17 – SS 10 Rocca di Cave 2, 7,25 km

12:34 – SS 11 Rocca Santo Stefano 2, 14,60 km

13:30 – SS 12 Guarcino 2, 11,75 km

Service E (Fiuggi)

16:02 – SS 13 Rocca di Cave 3, 7,25 km

16:19 – SS 14 Rocca Santo Stefano 3, 14,60 km

17:15 – SS 15 Guarcino 3, 11,75 km

 

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati