Junior WRC 2020, ecco il calendario della ripartenza

Come preventivato entra l'Estonia

Anche il campionato Junior WRC ha un nuovo calendario con gli ultimi appuntamenti per chiudere la stagione 2020, tra conferme e novità (anche nel sistema dei punteggi)
Junior WRC 2020, ecco il calendario della ripartenza

Dopo che il campionato maggiore ha trovato la sua ragione d’essere con il resto degli appuntamenti per il 2020, anche il Junior WRC ha finalmente il proprio calendario riscritto per la stagione corrente.

Junior WRC 2020, entra l’Estonia

Per la verità, nessun colpo di scena all’annuncio ufficiale degli altri tre round della competizione in cui si gareggia con le Ford Fiesta R2. Restano quindi quattro eventi in totale, come era prima dell’irruzione del coronavirus, e quindi al già disputato Rally di Svezia – vinto dall’attuale leader Junior Tom Kristensson, già al successo nel round scandinavo dello scorso anno – si aggiungerà la new entry Estonia e le confermate Germania ed Italia, quest’ultima gara conclusiva del Junior WRC 2020 dopo lo slittamento del nostro appuntamento del Mondiale Rally in autunno. In totale due round su terra, uno su neve (che poi quest’anno di neve in realtà in Svezia ce n’era proprio pochina) e uno su asfalto, e con l’ingresso dell’Estonia dato già per certo da settimane.

«Questa è la notizia che tutti abbiamo sperato e per la quale abbiamo lavorato molto duramente negli ultimi mesi», ha commentato il FIA Junior WRC Team Director Maciej Woda. «Penso che questo annuncio sarà molto, molto gradito ai nostri equipaggi e al team». 

Junior WRC 2020, le novità nel sistema del punteggio

Saranno tre i risultati utili che verranno conteggiati per le classifiche finali, con la possibilità di uno scarto, a cui si aggiungono i punti per le prove speciali vinte in ogni round. Nell’ultima gara del Rally Italia Sardegna il tradizione doppio punteggio sarà ridotto ad 1,5, sempre per il fatto che quest’anno ci saranno solo quattro eventi in calendario (e non cinque, come previsto prima che, all’alba della stagione, il Rally del Cile si sfilasse). In palio resta comunque l’opportunità per il vincitore di conquistare una Ford Fiesta R5 MkII M-Sport, completa di una fornitura di ben 200 gomme Pirelli più, come se non bastasse, l’iscrizione gratuita nel WRC3 2021. Se avrà successo anche in quest’ultimo, il pilota in questione nel 2022 potrà correre in due appuntamenti del Mondiale WRC con M-Sport. Ricordiamo inoltre che nel campionato Junior gareggiano quest’anno anche i nostri Fabio Andolfi, Tommaso Ciuffi e Marco Pollara (decimo in Svezia, migliore tra gli italiani) come rappresentanza di ACI Team Italia, più il veterano della competizione mondiale per gli Under Enrico Oldrati.

«Non posso esprimere abbastanza il mio sollievo e l’entusiasmo per il fatto che siamo riusciti a rendere possibile il mantenimento del pacchetto premio per il campione del 2020, nonostante la riduzione della lunghezza del calendario di un round», prosegue Woda. «Abbiamo proposto di modificare i doppi punti offerti per il round finale, riducendoli ad un punto e mezzo per rispecchiare il nuovo punteggio visto che i round che si riducono del 25%, da quattro a tre. Ripartire in Estonia sarà incredibile e non vedo l’ora. Da quando ho avviato il campionato come una serie monomarca, ho avuto il piacere di lavorare con una gamma di giovani talenti estoni emergenti e di talento. Da Egon Kaur nel 2011 al nostro più recente vincitore dell’evento estone, Ken Torn, e più recentemente il due volte sul podio Roland Poom: il supporto che i nostri piloti estoni hanno ricevuto nei vari rally che abbiamo visitato è stato eccezionale. Era ora che il Junior WRC facesse visita a questo paese matto per il rally!».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati