WRC | Tanak e la ripartenza dalla sua Estonia: “Il titolo? Ho fiducia che tutto sia ancora possibile”

Tanak confida ancora nel bis iridato

Ott Tanak è fiducioso di poter rilanciare la sua corsa al titolo nel WRC a cominciare dall'evento di casa, il Rally Estonia da cui ripartirà la stagione
WRC | Tanak e la ripartenza dalla sua Estonia: “Il titolo? Ho fiducia che tutto sia ancora possibile”

Prima che il coronavirus imprimesse uno stop al WRC di quest’anno, Ott Tanak aveva ottenuto due secondi posti consecutivi in Svezia ed in Messico, facendo giustizia del ritiro nel suo debutto con i colori Hyundai Motorsport nella prima gara stagionale del Rallye di Monte Carlo. Attualmente quinto nella classifica piloti con quattro sole lunghezze di svantaggio dal podio (il cui ultimo gradino è occupato dal compagno di squadra Thierry Neuville) e 24 dalla vetta, l’estone crede che ci siano ancora margini per poter dare l’assalto al bis per il titolo, a cominciare dalla gara di casa che riaprirà a settembre il campionato.

Tanak: “L’Estonia è grata per l’opportunità nel WRC”

«Ricominciare la stagione in Estonia è sicuramente fantastico», spiega Tanak ai microfoni di AutoSport. Il Paese baltico è il 33esimo nella storia del Mondiale ad entrare in questa competizione, forte di un solido supporto da parte delle istituzioni locali e di un pubblico molto vivace ed appassionato della disciplina, dove ovviamente si distingue la fan base della gloria estone. Tanak ha contribuito alla popolarità della sua disciplina in Estonia, dove già si correva un rally valido come appuntamento promozionale per il WRC: era questione di tempo, insomma, che il massimo campionato rallistico potesse correre in questa location. «I finlandesi hanno avuto la possibilità di guidare sulle strade di casa. È lo stesso per Seb [Ogier] a Gap, quindi sono sicuro che l’Estonia sia grata per l’opportunità, alla pari di me», sostiene il pilota Hyundai smentendo i rischi di qualsiasi tipo di pressione davanti al proprio pubblico.

“Il mio inizio nel WRC 2020 non è stato male”

«Ho vinto il Rally Estonia nel 2019, quindi sono sicuro di avere una buona esperienza su quelle strade. Il più grande vantaggio è il non dover viaggiare per l’evento, cosa di cui sono felice. Voglio fare del mio meglio e se c’è qualche vantaggio sul terreno di casa, ovviamente, ne farò uso». L’estone ha già avuto modo di correre sulle strade del suo Paese nel test del Viru Rally, gara corsa questo mese e suo primo appuntamento competitivo dopo il lockdown, e al tempo stesso sua prima vittoria con la Hyundai i20 Coupé WRC. Tanak non partecipava all’evento dal 2013.

Il campione WRC 2019 infine conclude con una nota di fiducia sulla propria stagione: «L’incidente di Monte Carlo e gli zero punti all’inizio della stagione non rappresentavano certo il piano [a cui puntavo], ma i successivi due secondi posti stanno a significare che non è stato un brutto inizio. Sono fiducioso che sia ancora tutto possibile».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati