Colin McRae, rinviata al 2021 la celebrazione per i 25 anni del titolo WRC

Salta la McRae Rally Challenge 2020

L'evento che quest'anno avrebbe ricordato il venticinquennale del titolo WRC di Colin McRae è stato posticipato: impossibile organizzare una celebrazione per i fan con misure sociali restrittive
Colin McRae, rinviata al 2021 la celebrazione per i 25 anni del titolo WRC

Il coronavirus resta ancora una terra incognita che alterna schiarite a momenti in cui sembra di ripiombare nell’incubo, come dimostrano i recenti focolai in Paesi – come il nostro – in cui il malnato Covid-19 sembrava aver tirato i remi in barca. In questo clima di incertezza un evento molto amato dai fan e che si rivolge soprattutto a loro verrà spostato direttamente al prossimo anno.

McRae Rally Challenge, arrivederci al 2021

Parliamo del McRae Rally Challenge, la gara spettacolo che mira a celebrare i 25 anni dall’unico titolo nel WRC del leggendario Colin. Ironia della sorte, in quel Mondiale Rally del 1995 si disputarono solo otto appuntamenti, più o meno quanti rischia di farne il campionato quest’anno (ma questa è un’altra storia). L’evento si sarebbe dovuto tenere in Scozia, madrepatria del pilota prematuramente scomparso, per la precisione sul il circuito di Knockhill il prossimo 3-4 ottobre. Ma considerata la situazione legata al virus, nella migliore delle ipotesi si sarebbe trattato di una manifestazione a porte chiuse. Una prospettiva senza senso per una celebrazione che, appunto, avrebbe richiamato tantissimi fan a darle sostanza.

«Siamo tutti delusi di annunciare il rinvio di questo evento speciale – ha dichiarato il direttore eventi del circuito di Knockhill Stuart Gray, «ma ci sono troppe variabili e incognite per procedere con certezza. È un evento […] ovviamente per i fan di Colin per celebrare la sua straordinaria carriera. In definitiva, con una line-up costellata di stelle, un forum di rally e una cena speciale, l’obiettivo principale dell’evento è stato quello di consentire ai fan di avvicinarsi e di entrare in contatto con alcuni dei più famosi rallisti al mondo. Con l’attuale pandemia, il distanziamento sociale forzato e le limitazioni alla stessa guida nei rally, l’unica opzione a nostra disposizione è quella di posticipare. Parlando con la famiglia McRae, siamo tutti determinati a rendere ancora migliore l’evento del prossimo anno per compensare questo ritardo». Gray poi assicura: «Le notizie su eventuali biglietti acquistati per ottobre verranno annunciate a breve ma tutto ciò che è già stato acquistato sarà valido per l’evento del 2021 con rimborsi forniti se necessario. Speriamo che tutti i fan del rally comprendano la decisione e attendano con impazienza il nuovo evento nell’estate del 2021».

Max McRae, debutto rally rinviato

A Knockhill ci sarebbe dovuta essere inoltre la famiglia McRae con, in particolare, tre generazioni in gara: il padre di Colin Jimmy, il fratello minore Alister e la nuova leva, il nipote Max neppure maggiorenne, atteso al suo debutto rally proprio nell’evento di ottobre. «Al mondo stanno succedendo moltissime cose che al momento non possiamo controllare», ha spiegato Alister McRae ai microfoni di DirtFish, esponendo anche un altro problema logistico. «È davvero deludente il fatto che questo evento sia rinviato, ma non penso che Max ed io potremmo uscire dall’Australia [dove la loro famiglia vive, ndr] per volare nel Regno Unito». Quindi il McRae Rally Challenge è rinviato al 2021, con Alister che promette un evento «più grande e migliore», sperando di tenere la celebrazione prima che il figlio Max compia 17 anni, in modo da farlo correre ancora «con una vettura junior: dobbiamo organizzare l’evento prima che sia sia abbastanza grande per guidare qualcosa di più performante!».

Leggi altri articoli in Eventi

Commenti chiusi

Articoli correlati