CIR

CIR | Rudy Michelini conferma l’impegno nella serie Asfalto ma passa alla Volkswagen Polo R5

Conferme e novità per il 2020 di Michelini

Ufficializzato il programma 2020 di Rudy Michelini, che si prepara ad una nuova stagione nel Campionato Italiano Rally Asfalto con la Volkswagen Polo R5, confermata dopo gli ottimi risultati dello scorso anno
CIR | Rudy Michelini conferma l’impegno nella serie Asfalto ma passa alla Volkswagen Polo R5

Manca poco alla partenza del tanto rinviato Campionato Italiano Rally 2020, che fusse che fusse la vorta bbona partirà dalla doppia gara del Roma Capitale nel weekend del 24 luglio. Tra i protagonisti pronti a lucidare l’argenteria con cui scenderanno in gara ci sarà anche Rudy Michelini, una garanza delle prove su asfalto.

Cambio vettura per Rudy Michelini

Il lucchese per il terzo anno di fila infatti darà l’assalto alle gare su cemento del CIR, dopo il secondo posto finale ottenuto nella serie Asfalto del Tricolore Rally nel 2018 ed il terzo nella stagione passata (ricordiamo però che dovette saltare un appuntamento per impegni lavorativi, il Rally Due Valli, mentre stava difendendo la sua scalata al successo). Ancora una volta al suo fianco ci sarà Michele Perna, navigatore che ha rappresentato quasi una costante negli ultimi anni, formando così l’equipaggio targato Movisport che salirà a bordo della Volkswagen Polo R5, gommata Michelin e preparata da P.A. Racing. Team che recentemente ha accolto tra le sue fila la vettura tedesca, utilizzata da Michelini per la prima volta a fine stagione dello scorso anno in occasione del Rally Città di Pistoia e del Trofeo Maremma, entrambi vinti.

Le ambizioni di Michelini

Ecco quindi maturare il cambio di vettura, dalla Skoda Fabia R5 alla Polo, confermando tutto il resto, programma competitivo compreso. «E’ con grande soddisfazione che confermiamo la nostra presenza nel Campionato Italiano Rally Asfalto, un palcoscenico che vogliamo affrontare con le più ambiziose aspettative, legate ad una vettura con la quale mi sono trovato, fin dal primo approccio, a mio agio», ha commentato il pilota toscano. «Tengo a ringraziare la scuderia Movisport, P.A. Racing e Michelin, elementi grazie ai quali punteremo ad un ruolo di prima fascia in campionato».

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati