Zanardi, nuovo bollettino: “Trauma anche facciale, lesioni oculari” [AGGIORNAMENTO]

Supportato dalla ventilazione artificiale

Alex Zanardi ha trascorso la notte in ospedale dopo l'incidente con l'handbike di ieri, ma la situazione resta ancora grave.
Zanardi, nuovo bollettino: “Trauma anche facciale, lesioni oculari” [AGGIORNAMENTO]

AGGIORNAMENTO 19.30 – ecco cos’ha aggiunto il dottor Sabino Scolletta oggi pomeriggio: «Le condizioni cardiorespiratorie sono stabili, è sempre ventilato meccanicamente e anche i parametri metabolici restano stabili. Il quadro clinico è quindi tutto sommato buono. C’è naturalmente da confermare la gravità del quadro neurologico e questo andrà valutato nella prossima settimana quando le condizioni ce lo permetteranno. Ci possono essere anche delle conseguenze per la vista e quindi abbiamo anche chiesto delle consulenze agli oculisti perché c’è qualche lesione anche oculare. Il trauma è anche facciale, e quindi è probabile che ci siano lesioni di quel tipo. Avremo delle stime oculari fra qualche giorno. Stessa cosa a livello neurologico, i sedativi non ci consentono di poter fare una valutazione neurologica, il quadro è talmente compromesso che ci impone una terapia farmacologica per dare stabilità. Difficile dire anche quando potremmo togliere questa sedazione. In caso di stabilità è probabile che la prossima settimana, sentendo i nostri consulenti e il chirurgo che lo ha operato, potremo pensare di poter sospendere la sedazione. È un grande atleta e quindi da un punto di vista generale è in condizioni ottimali, ben controllato, e per questo motivo probabilmente sta rispondendo molto bene alle terapie. Pensiamo positivamente, siamo fiduciosi che questo suo stato pre-trauma possa condizionare positivamente il decorso».


AGGIORNAMENTO 15.30 – Confermate le condizioni stabili e il trauma cranico grave, sono state escluse invece lesioni a torace e addome. «La situazione è chiaramente importante dal punto di vista del danno cerebrale e potrebbe peggiorare, ma attualmente la stabilità esclude possibilità. Nella notte, a partire dalle 22, il quadro clinico si è progressivamente stabilizzato. I parametri sono nella norma. È ben adattato al ventilatore meccanico, e questo è un buon segno. Il quadro neurologico è difficile da valutare in queste ore, perché siamo costretti a tenerlo sedato, in coma farmacologico. Fortunatamente non c’è nessuna lesione al torace e a livello addominale. Valuteremo nei prossimi giorni un’eventuale sospensione della sua sedazione». 


Continuano ad essere preoccupanti le condizioni Alex Zanardi, coinvolto ieri in un incidente stradale con la sua handbike. L’amato atleta italiano si è scontrato con un mezzo pesante e ha trascorso la notte nel reparto di terapia intensiva all’ospedale di Siena. Il nuovo bollettino dice: «È intubato ma resta grave».

Il nuovo bollettino medico di Alex Zanardi

L’incidente è avvenuto nei pressi di Pienza, mentre Zanardi stava partecipando a una tappa a staffetta della Obiettivo tricolore, che vedeva in gara anche altri atleti paralimpici. Per cause ancora tutte da chiarire, Zanardi ha perso il controllo della sua handbike e ha colpito con la testa un camion che procedeva nel senso opposto, venendo subito trasportato con l’elisoccorso all’Ospedale Le Scotte di Siena in Codice 3. Ieri sera ha subito un delicato intervento neurochirurgico e maxillo-facciale durato ben due ore e mezzo. Stamane il nuovo bollettino: «In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. È intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico».

Tanti messaggi dal mondo sportivo

Daniela, la moglie di Zanardi, stava seguendo il marito quando è avvenuto il fattaccio, trascorrendo la notte in ospedale assieme a lui e al figlio Niccolò. Tanti sono stati  i messaggi di conforto e speranza: a partire da Chip Ganassi, passando poi per Mario Andretti, Max Papis, Juan Pablo Montoya, Paul Tracy, Billy Monger – subito contattato dal campione italiano quando ebbe l’incidente in cui perse le gambe – e tanti altri.

Copyright foto: BMW Italia

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati