WEC | Approvati i cambiamenti al regolamento tecnico delle Le Mans Hypercar

Via libera da parte della FIA

Sono stati approvati i cambiamenti al regolamento tecnico delle Le Mans Hypercar per il WEC da parte del FIA World Motor Sport Council.
WEC | Approvati i cambiamenti al regolamento tecnico delle Le Mans Hypercar

Il FIA World Motor Sport Council ha confermato nella giornata di ieri i cambiamenti al regolamento tecnico delle Le Mans Hypercar, la futura classe regina del FIA World Endurance Championship. Le norme si allineeranno quindi alla formula delle LMDh, i prototipi dell’IMSA.

Confermati i regolamenti tecnici delle Hypercar

La decisione presa dal Consiglio Mondiale della Federazione porterà un drastico calo di potenza per le Hypercar, che non avranno più 785 CV massimi ma “solamente” 670 CV. Si riduce anche il peso minimo, che passa da 1100 kg a 1030 kg. Queste modifiche erano state annunciate ancora lo scorso 11 maggio, ma solamente in questa settimana sono state visionate dalla FIA. Questo passo indietro sulla potenza dei motori, sul peso e sulle prestazioni aerodinamiche è dovuto all’intenzione di far convergere le LMH verso le LMDh, che correranno principalmente nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship ma anche alla 24 Ore di Le Mans e nel Mondiale endurance. Inoltre, tale mossa serve per ridurre i costi ai costruttori coinvolti, considerando la crisi economica dovuta alla pandemia di Coronavirus e ai ripensamenti di Aston Martin e di Oreca.

Saranno quattro i telaisti per le LMDh

L’incontro del Consiglio è avvenuto solamente virtualmente, concordando i “principi generali” della convergenza tra le due piattaforme e istituendo una prima bozza per il Balance of Performance. Si è anche ribadito che le LMDh si baseranno sui quattro telaisti delle LMP2 (Dallara, Oreca, Ligier e Multimatic), concludendo di fatto le speranze di Ginetta di essere aggiunto come quinto. Le vetture americane avranno un comune sistema ibrido sul posteriore, mentre sarà opzionale per le LMH. Toyota, Glickenhaus e ByKolles sono al lavoro sulle Hypercar, ma resta da capire quale strada percorrerà Peugeot.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati