CIRT | Rally Adriatico 2020: gara più concentrata ma con il pieno di validità

Le prime notizie sul percorso

Ecco i primi dettagli sul Rally Adriatico 2020, gara valida per il Campionato Italiano Rally Terra ma non solo: arrivano le validità anche per Il Cross Country ed il RaceDay Rally Terra, oltre alle Auto Storiche
CIRT | Rally Adriatico 2020: gara più concentrata ma con il pieno di validità

Dopo le difficoltà arrivano le opportunità: la 27esima edizione del Rally Adriatico ha passato un periodo piuttosto complicato durante l’emergenza coronavirus, alle prese con il rinvio rispetto alla data originaria del primo-2 maggio. Ora il ritorno in pompa magna, è il caso di dirlo, per la stagione 2020: l’evento di Cingoli infatti guadagna un filotto di validità oltre a quella per il Campionato Italiano Rally Terra.

Le nuove validità del Rally Adriatico 2020

La gara organizzata da PRS Group si disputerà dal 26 al 27 settembre come penultimo round del calendario riscritto del CIRT 2020. Ma l’appuntamento sugli sterrati marchigiani ospiterà al suo interno anche il Rally delle Marche, previsto originariamente a novembre e valido per il RaceDay Rally Terra di cui sarà il primo round della stagione 2020/2021, e anche la tappa del Campionato Italiano Cross Country. Anche in quest’ultimo caso il calendario è stato rivisto, con l’ingresso – dopo sette anni dall’ultima volta nel CICC – dell’Adriatico tra le quattro prove che animeranno la serie tricolore. Non dimentichiamoci infine il CIRT Storico, che avrà anch’esso sede nella gara del Balcone delle Marche con la seconda edizione del Rally Storico del Medio Adriatico.

I primi dettagli sul programma del Rally Adriatico 2020

Tanta carne al fuoco insomma, ma in un contesto che inevitabilmente risentirà della situazione che stiamo vivendo con il coronavirus. In questi tempi di pandemia ancora in atto, sebbene tenuta sotto controllo specialmente in Italia, non si può prescindere da un ripensamento delle nostre attività alla luce delle disposizioni in materia di contenimento del Covid-19. Così le gare delle serie titolate rally di ACI Sport dovranno ridimensionare il proprio programma, come previsto dai nuovi Regolamenti di Settore per il 2020. Quindi, il Rally Adriatico di quest’anno si svilupperà in due giornate, con la prima di sabato 26 settembre che prevederà ricognizioni, shakedown e le consuete verifiche pregara, mentre domenica 27 si aprirà alle 8:01 e si chiuderà con l’arrivo alle 17 in punto la competizione vera e propria, caratterizzata da sei prove speciali (ovvero due PS da ripetere tre volte), per una distanza di gara totale di 65 km, 204 contando i trasferimenti. Cingoli ancora una volta ospiterà parco assistenza e riordini.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati