CIWRC | Hyundai Motorsport schiera altri piloti per il Rally di Alba

Grande schieramento Hyundai nella gara piemontese

Arrivano altri nomi da Hyundai Motorsport per il Rally di Alba 2020: al via anche Ole Christian Veiby e Grégoire Munster
CIWRC | Hyundai Motorsport schiera altri piloti per il Rally di Alba

Hyundai Motorsport ci ha preso gusto e rilancia un’estate di partecipazioni speciali dei suoi equipaggi nelle gare rally: con il WRC fermo ai box per alcuni mesi, l’alternativa è sfruttare eventi e campionati che invece sono in procinto di riprendere, in modo da tenere allenati i propri piloti e mettere alla prova le vetture.

Abbiamo già parlato dei progetti della scuderia di Alzenau tra appuntamenti in Estonia ed in Italia, dove a luglio riprenderanno tutte le serie titolate rally: tra questa anche il Campionato Italiano WRC, che scatterà invece dal weekend del 2 agosto con il Rally di Alba. Il team di Andrea Adamo si presenterà nella gara piemontese con Pierre-Louis Loubet ed il nostro Luca Pedersoli sulla Hyundai i20 Coupé WRC, e con Craig Breen e Jari Huttunen che saliranno invece sulla i20 R5.

Veiby e Munster si aggiungono alla start list del Rally di Alba 2020

Ma lo schieramento non è finito qui, visto che sempre sulla vettura R5 ad Alba correranno anche due alfieri dello Hyundai Motorsport Customer Racing Junior Driver, ovvero Ole Christian Veiby e Grégoire Munster. Un test su asfalto che coinvolgerà quindi anche il portacolori della casa coreana nel team impegnato ufficialmente nel WRC 2020 (e che ha già partecipato all’evento piemontese lo scorso anno, cogliendo un nono posto assoluto, sempre sulla i20 R5) e l’altro giovane pilota che con Hyundai corre nel campionato nazionale belga.

Così, dopo aver accolto lo scorso anno nientemeno che Sébastien Loeb, gli organizzatori del Rally di Alba si preparano ad avere anche in questa edizione una start list di pregio. Ha commentato Bruno Montanaro, a capo dell’evento nella Langa piemontese: «Siamo lusingati da questa rinnovata presenza di Hyundai Motorsport nella nostra gara, segno che l’anno scorso abbiamo collaborato bene insieme e anche un segnale che le nostre strade sono ritenute buone per testare auto e conducenti di alto livello. Sarà un po’ diverso rispetto allo scorso anno, saremo sicuramente un po’ presi dall’emergenza sanitaria, ma vivremo questa nuova opportunità offerta da Hyundai Motorsport come un vero raggio di sole».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati