Rally DirtFish in Estonia, chi ci va? Suninen e Lappi dicono la loro

In forse la partecipazione dei piloti M-Sport

Tiene ancora banco la questione del Rally DirtFish in Estonia e su chi ci sarà. Da M-Sport arrivano i commenti al riguardo di Teemu Suninen ed Esapekka Lappi
Rally DirtFish in Estonia, chi ci va? Suninen e Lappi dicono la loro

Nel primo weekend di agosto dovrebbe tenersi in Estonia il Rally DirtFish, evento speciale organizzato dalla Federazione Motorsportiva nazionale (Eesti Autospordi Liit) che soppianterà almeno per quest’anno la gara che si svolgeva nel Paese baltico, divenuta tanto popolare ed amata da diventare evento promozionale per il WRC. Il passaggio di mano dai precedenti organizzatori alla EAL sta comportando più dubbi che certezze: ancora non sappiamo nulla di preciso sul budget, il percorso, il programma, la start list, a parte le date del 7-8 agosto in cui il Rally DirtFish è fissato, tra l’altro slittate rispetto a quelle previste a fine luglio dopo la cancellazione del Rally di Finlandia.

Teemu Suninen: “Al Rally DirtFish non ci sarà la stessa partecipazione degli anni precedenti in Estonia”

A proposito del Paese scandinavo, due piloti originari del luogo e compagni di team in M-Sport hanno detto la loro su questa nuova e misteriosa gara dopo aver smaltito la delusione del “loro” Finlandia, che sarebbe dovuto essere il punto di ripartenza della stagione del WRC 2020. Teemu Suninen, intervistato da Rallit.fi, ha rivelato che in squadra non hanno «sfortunatamente» ancora parlato di una sua possibile partecipazione, nonostante ammetta di voler riprendere il più in fretta possibile la Ford Fiesta WRC. «L’impianto [di M-Sport] in Inghilterra è chiuso e la situazione è piuttosto difficile a causa del coronavirus», ha spiegato il finnico, che però crede che qualcuno si potrà presentare, soprattutto chi non ha grossi problemi di budget: «Potrebbe esserci un team finlandese con un pilota finlandese e un estone con Hyundai», riferendosi in quest’ultimo caso alla praticamente certa partecipazione degli idoli di casa, ovvero Ott Tanak e Martin Järveoja. Tuttavia Suninen crede che le presenze di team e piloti non saranno allo stesso livello (quantitativo e qualitativo) del fu Rally Estonia degli anni precedenti. 

Lappi: “Sarebbe interessante correre in Estonia”

Esapekka Lappi, l’altro finnico di M-Sport, cade altrettanto dal pero. «Non ho sentito nulla al momento», ha spiegato a proposito di una eventuale partecipazione di M-Sport al DirtFish estone. Ha comunque rimarcato il fatto che «sarebbe sicuramente interessante correre lì», anche se bisogna essere realisti: «Ho il sospetto che non ci andremo – ha poi concluso – ma non lo so. L’idea in sé è comunque buona».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati