WTCR | Confermati i quattro piloti Honda per Munnich Motorsport nel 2020

All'assalto del titolo

Néstor Girolami, Esteban Guerrieri, Tiago Monteiro ed Attila Tassi correranno sulle quattro Honda ufficiali dell'ALL-INKL.COM Münnich Motorsport nel FIA WTCR.
WTCR | Confermati i quattro piloti Honda per Munnich Motorsport nel 2020

L’ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha confermato i quattro piloti per questa nuova stagione del FIA WTCR. Sulle Honda Civic Type R TCR vedremo Néstor Girolami, Esteban Guerrieri, Tiago Monteiro ed Attila Tassi.

ALL-INKL.COM Münnich Motorsport prende in mano le Honda ufficiali

Esteban Guerrieri e Néstor Girolami continueranno assieme ad essere portacolori della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport dopo aver lottato fino all’ultimo appuntamento per il titolo piloti, mentre Tiago Monteiro ed Attila Tassi formeranno la coppia della ALL-INKL.DE Münnich Motorsport. Tutti e due i team sono della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, che quest’anno ha scelto di occuparsi di tutte e quattro le Honda Civic Type R TCR della serie dopo l’addio di KCMH – che, tra l’altro, ha lasciato Nissan per passare alla Porsche nel panorama GT. «Sarà un lavoro molto più impegnativo e grande, ma è una sfida che accettiamo», aveva detto Dominik Greiner, Team Manager della squadra teutonica, a marzo. «Abbiamo un’ottima compagine con ragazzi bravissimi che lavorano non solo in pista, ma tanto anche a casa dietro le quinte. Per un team privato come noi, serve cooperazione ed esperienza nel mettere in pista quattro macchine nel WTCR. Sicuramente i due team lavoreranno a stretto contatto, condividendo dati e informazioni, ma in pista saranno separate e ogni pilota avrà le sue possibilità di lottare per la vittoria».

Si parte a settembre in Austria

Guerrieri e Girolami battaglieranno anche quest’anno per il campionato, mentre ci si attende qualche successo da parte di Monteiro e Tassi. Ricordiamo che la stagione 2020, composta da soli sei appuntamenti, scatterà il 12-13 settembre dal Salzburgring, in Austria.

Copyright foto: Frederic Le Floc’h /DPPI

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati