BMW centra l’ennesimo doppio arrivo a podio nella Digital Nurburgring Endurance Series

Con Spengler e Koch

BMW Motorsport agguanta di nuovo il podio nella Digital Nurburgring Endurance Series con ben due vetture.
BMW centra l’ennesimo doppio arrivo a podio nella Digital Nurburgring Endurance Series

BMW Motorsport sale di nuovo sul podio nella Digital Nürburgring Endurance Series powered by VCO. Nel quinto appuntamento stagionale, ovviamente corso sul Nürburgring Nordschleife, Bruno Spengler e Nils Koch conquistano il 2° posto seguiti dalla vettura gemella del Walkenhorst Motorsport.

Il resoconto della gara di BMW al Nurburgring Nordschleife

Spengler e Koch hanno iniziato la gara dal 6° posto e, sebbene sia stata inflitta loro una penalità di 35 secondi a seguito di un incidente con un’auto TCR, il duo del Team BMW Bank si è gradualmente fatto strada in pista grazie a una strategia intelligente. Dopo aver condiviso i compiti di guida per tre ore di gara, Spengler e Koch hanno festeggiato il 2° posto. L’eccitante battaglia per il gradino più basso del podio è durata fino alla fine. Alla fine, Christian Krognes nella BMW Z4 GT3 #35 è stato in grado di reggere la pressione esercitata dall’ufficiale BMW Philipp Eng. Krognes e il suo compagno di squadra Mikkel Jensen hanno ottenuto la terza piazza. Eng, che ha nuovamente condiviso il volante con Alexander Voß, è stato il miglior pilota BMW in qualifica, conquistando il 4° posto. Si è rapidamente portato terzo durante la gara, ma la successiva battaglia per il 2° posto ha visto una collisione con un’Audi. La penalità risultante inflitta a Eng ha spinto indietro la BMW #189, che si è classificata appunto quarta. La BMW Z4 GT3 #34 del Walkenhorst Motorsport #34, guidata da David Pittard e Sam e Scott Michaels, è arrivata quinta.

Le dichiarazioni dei piloti BMW

«Siamo molto soddisfatti del secondo posto. Anche se avremmo persino potuto vincere la gara senza quell’incidente e la conseguente penalità di 35 secondi. Ma questo fa tutto parte del gioco» ha detto Spengler. «Certo, è stato un peccato che ci sia stato un incidente durante la battaglia per il 2° posto» ha invece aggiunto Eng. «Sapevo che per avere una possibilità di sorpasso dalla scia, dovevo essere molto vicino all’ingresso di Döttinger Höhe. Il contatto iniziale nella curva del Tiergarten è stato solo sfortunato. Dopo di che ho dovuto attraversare l’erba e poi ho toccato di nuovo l’altra macchina quando sono tornato in pista. Eravamo molto vicini l’uno all’altro e forse non avevo misurato la distanza in modo del tutto corretto sul simulatore. È una sensazione abbastanza diversa in una macchina reale, dato che in realtà stai guidando spalla a spalla. È un po’più difficile giudicarlo correttamente nelle corse sim».

Copyright foto: BMW Motorsport

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati