WRX | Charles Leclerc debutta nel rallycross (virtuale) partecipando al World RX Esports Invitational Series

Il pilota Ferrari nella gara WRC di Abu Dhabi

Anche Charles Leclerc si unisce a piloti da ogni disciplina del motorsport per gareggiare nella tappa di Abu Dhabi del World RX eSports Invitational Series: prima incursione nel rallycross per il pilota Ferrari
WRX | Charles Leclerc debutta nel rallycross (virtuale) partecipando al World RX Esports Invitational Series

Il Campionato Mondiale Rallycross FIA 2020 partirà con il Magic Weekend di Höljes in Svezia il prossimo 20-23 agosto, per poi proseguire al momento con altri sette appuntamenti. Un calendario ridottissimo rispetto a quello preventivato per colpa del coronavirus, su cui hanno pesato rinvii e cancellazioni (ultima delle quali ha riguardato la tappa francese di Loheac di inizio settembre, restringendo ulteriormente la stagione da nove a otto round).

World RX Esports Invitational Series, sulla pista di Yas Marina anche Leclerc

Come tante altre serie del motorsport, tuttavia, anche il WRX può vantare una variante virtuale, il World RX Esports Invitational Series che ripartirà domani, domenica 31 maggio, dal circuito di Yas Marina che nella sua controparte reale ospiterà quest’anno il sesto e settimo round del campionato. La competizione si baserà sulla piattaforma offerta dal videogioco DiRT Rally 2.0 e può vantare una start list di tutto il rispetto, con piloti di livello (in tutto venti) provenienti non solo dal mondo rallycross ma anche dalla pista. Tra di loro, senza nulla togliere agli altri, ci sarà anche nientemeno che Charles Leclerc.

Gli avversari di Charles Leclerc

L’alfiere della Ferrari in Formula 1, che dal prossimo anno avrà al proprio fianco in squadra Carlos Sainz Jr, si tuffa così in una nuova esperienza virtuale dopo aver fatto incetta di gare e giochi online in questo periodo di lockdown, tutte documentate dal suo canale su Twitch con video diventati anche virali. Dopo le esperienze virtuali in F1, F2, GT e a breve anche in una leggendaria prova endurance come la 24 Ore di Le Mans, il monegasco si butta ora per la prima volta sul mondo rallycross e se la vedrà con una lista di avversari tutti pro (non correranno nella sua stessa gara gli amatori del sim racing, a cui è riservata una competizione a parte), del calibro di specialisti come i fratelli Hansen, Timmy (campione WRX uscente) e il più giovane ma in costante ascesa Kevin, oppure Timo Scheider, che condividerà il suo posto nel team ALL-INKL.COM Munnich Motorsport con Esteban Guerrieri, vicecampione WTCR 2019. Da altri mondi motorsportivi saranno della partita anche Mika Salo, già in F1, l’esperta di drifting Tessa Whittock, Tom Blomqvist (figlio del già vincitore del WRC 1984 Stig) e Kelvin van der Linde provenienti invece dalle gare GT, ed il campione Supercar 2016 Shane van Gisbergen. Nella categoria dei sim racer correrà invece Mattias Adielsson, terzo nell’ERC1 Junior Championship  2019.

Come detto, rispetto agli appuntamenti virtuali disputati in precedenza del World RX Esports Invitational Series (sui circuiti di Barcellona e Montalegre), i piloti professionisti avranno una gara a sé stante rispetto agli esperti di eSports. Sulla pista di Abu Dhabi da 1,2 km, caratterizzata al 63% da asfalto e al 37% di sterrato, i pro disputeranno quattro turni di qualificazioni, una semifinale ed ovviamente la finale. I sim racer invece correranno nella semifinale e nella finale, in un evento organizzato da Motorsport Games e che durerà sulle due ore e mezza.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati