IMSA | Il personale delle squadre limitato a 15 componenti per le gare di luglio

Tutti i dettagli

Le squadre dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship potranno disporre solo di 15 persone per auto, pilota compreso.
IMSA | Il personale delle squadre limitato a 15 componenti per le gare di luglio

Dopo aver ricevuto il permesso da parte del Dipartimento di Sicurezza Nazionale per poter far entrare negli Stati Uniti i piloti e il personale stranieri, l’IMSA ha limitato a 15 i componenti per team nelle gare di luglio a Daytona e a Sebring.

Restrizioni sul personale per le squadre dell’IMSA

L’IMSA WeatherTech SportsCar Championship è pronto a ripartire quest’estate con due eventi: il primo il 3-4 luglio a Daytona e il secondo il 16-18 dello stesso mese a Sebring. Ci saranno comunque delle limitazioni visto che l’emergenza Coronavirus non è ancora stata debellata: ogni squadra potrà avere solamente 15 persone – incluso il pilota – che potranno occuparsi di una vettura, escluso lo spotter relativo che rimane fuori da questo limite. I team del Michelin Pilot Challenge e dell’IMSA Prototype Challenge, le due serie di supporto del campionato endurance nordamericano, avranno invece un massimo di dieci persone ma saranno in pista solamente a Sebring. Nessun rappresentante dei team e dei costruttori è autorizzato a partecipare di persona agli eventi, mentre i giornalisti e i fotografi saranno selezionati per Daytona e Sebring che, ricordiamo, saranno a porte chiuse.

Forte impatto per i team che allestiscono le DPi

Con molta improbabilità queste restrizioni influiranno sul lavoro delle squadre più piccole mentre, al contrario, avrà un forte impatto sulle grandi compagini come quelle presenti nella classe DPi o nella classe GTLM. Per darvi un numero, solitamente una vettura GTD ha tra le 13 e le 15 persone, un numero leggermente superiore invece per le DPi.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati