Formula E | Abt squalificato nell’ultima gara della Race at Home Challenge per cheating

Si è fatto sostituire da sim-driver

Daniel Abt imbroglia ma viene scoperto: squalificato dalla gara di Berlino della Race at Home Challenge della Formula E per essersi fatto sostituire da un sim-driver.
Formula E | Abt squalificato nell’ultima gara della Race at Home Challenge per cheating

Brutta figura per Daniel Abt nella gara della Race at Home Challenge corsa ieri pomeriggio: l’alfiere dell’Audi Sport ABT Schaeffler Formula E Team è stato squalificato e multato di 10.000 euro per aver usato un sim-driver al suo posto.

L’anomalia nella gara di ieri

Abt era sembrato molto in palla nella corsa virtuale di Berlino, dove era riuscito a qualificarsi in seconda posizione e a lottare per la vittoria; molto strano dato che il tedesco non aveva ancora conquistato un punto valido per la generale nei precedenti appuntamenti, al contrario di Oliver Rowland (in precedenza aveva quasi sempre centrato la top-10 e ha vinto meritatamente) e di Stoffel Vandoorne (sempre in lizza per le prime posizioni). Un sospetto è poi arrivato a fine gara, quando nel collegamento con i piloti arrivati a podio l’unico che non aveva la telecamera attiva era proprio… Abt! Vandoorne ha subito accusato il collega di cheating (in parole povere, di usare dei “trucchi”). «Non sono davvero contento perché non è stato Daniel a correre con quella macchina, ha incasinato tutto. Ridicolo!» ha detto al termine dell’evento sul suo canale Twitch. «Mi sto chiedendo se era davvero Daniel», ha aggiunto Jean-Eric Vergne, «chiedetegli di collegarsi su Zoom la prossima volta che guida, perché sono sicuro che non fosse lui, come dice Stoffel».

Abt imbroglia: un sim-driver al suo posto

La verità è venuta a galla: non si tratta di “trucchi”, ma bensì… di un altro pilota! Abt ha lasciato il volante a Lorenz Hoerzing, un sim-driver professionista; cosa che spiega effettivamente l’exploit di ieri. «Voglio scusarmi con la Formula E, tutti i miei fan, la mia squadra e i miei colleghi per aver chiesto un aiuto esterno durante la gara di ieri. Non l’ho presa sul serio come avrei dovuto. Mi dispiace particolarmente perché so quanto lavoro è stato dedicato a questo progetto da parte della Formula E. Sono consapevole dell’offesa arrecata, ma non è mai stata fatta con cattive intenzioni». Al tedesco è stata quindi arrecata una squalifica e una multa salata di 10.000 euro, mentre Hoerzing, 18enne che corre per Envision Virgin Racing nella Challenge Grid, è stato cacciato dalla serie virtuale. E dire che si tratta di un campionato a scopo benefico per l’UNICEF…

Copyright foto: Formula E

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati