WEC | Neveu: “Se i costruttori non saranno pronti rimanderemo le LMDh al 2023”

Le dichiarazioni del boss del WEC

Gerard Neveu ha detto che i tempi con cui verranno introdotti i regolamenti LMDh nel WEC dipenderanno dai costruttori.
WEC | Neveu: “Se i costruttori non saranno pronti rimanderemo le LMDh al 2023”

Gerard Neveu, boss del FIA World Endurance Championship, ammette che è il mercato che deciderà se il campionato dovrà ritardare l’introduzione delle LMDh al 2023. Il nuovo regolamento condiviso sia dal WEC che dall’IMSA dovrebbe essere valido fra due anni.

LMDh in arrivo nel 2022

In una tavola rotonda che vedeva la presenza di diversi giornalisti, Neveu ha dichiarato che il WEC accetterà come previsto le LMDh nel 2022, ma se i costruttori chiederanno più tempo per prepararsi allora il tutto dovrebbe slittare alla stagione successiva. «Il nostro obiettivo è essere pronti in tempo perché questo è l’impegno da noi preso», ha detto Neveu, «ma dopo sarà tutto in mano ai costruttori. Abbiamo pubblicato il regolamento e se tutti dicono che è impossibile essere pronti [per il 2022], allora ritarderemo. Apparentemente, alcuni di loro sono ottimisti sul fatto che saranno pronti per tempo, quindi vedremo. troppo presto per dirlo». Neveu ha aggiunto che il regolamento è “completo al 95%”: «Stiamo ancora lavorando per finalizzare l’ultima parte che ci manca, che è la scelta finale dei fornitori per le diverse componenti – sistemi ibridi comuni, freni, cambio, eccetera. Alla 24 Ore di Le Mans di settembre vogliamo presentare la versione definitiva».

“Tutto è in mano ai costruttori”

«Dobbiamo essere pazienti adesso» sottolinea Neveu «Non accadrà nulla di nuovo. Ora il lavoro è in mano ai costruttori e probabilmente avremo alcune notizie in estate da parte di alcuni. È un processo lungo, ma l’accoglienza è stata positiva. Stanno lavorando individualmente per stimare il progetto, anche se non è il periodo migliore per convincere qualcuno a impegnarsi in qualcosa», riferito ovviamente all’attuale crisi sanitaria.

Copyright foto: John Rourke / AdrenalMedia.com

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati