Tim Layzell, l’artista che realizza opere d’arte di auto sportive e di Porsche

Capolavori dell'arte moderna

Delle vere realizzazioni di alta qualità quelle che disegna e dipinge Tim Layzell, appassionato fin da bambino al motorsport.
Tim Layzell, l’artista che realizza opere d’arte di auto sportive e di Porsche

Il motorsport può scontrarsi e mescolarsi con l’arte? La risposta è estremamente positiva e a darci l’esempio concreto è Tim Layzell. Artista britannico, con un piccolo studio a sud di Bath in Inghilterra, realizza dei veri e propri capolavori moderni coinvolgendo anche auto dell’endurance come Porsche.

Passione trasmessa dai genitori

La passione dei motori è stata trasmessa a Layzell attraverso i propri genitori: «Erano soliti assistere alle gare club e sportive dell’epoca con il mio fratello maggiore e sono stato portato alle cronoscalate di Wiscombe e Prescott. Dall’età di circa tre anni, mia mamma disponeva le vernici sul pavimento della cucina e disegnava le Bugatti, le Era o le Jaguar». Tutto ciò ha portato ad assistere ogni anno al Festival della Velocità di Goodwood, oltre a vedere i Gran Premi in televisione o a vedere da vicino il RAC Rally. Il motorsport si è però unito a un altro passatempo di Layzell: l’arte. «Ho iniziato a dipingere per divertimento e a 13 anni ho vinto il premio British Racing Drivers’ Club. Esponevo assieme ai migliori artisti dell’epoca». Il suo stile prende ispirazione dagli artisti del Futurismo e della Pop Art, come Roy Lichtenstein e Andy Warhol, oltre anche a George Ham, quest’ultimo famoso per i suggestivi manifesti del GP di Monaco prima della Guerra.

Tante Porsche prendono vita

Layzell realizza 15-20 opere all’anno ed esegue diversi ordini che coinvolgono le Porsche 911, sia classiche che moderne. Ha anche dipinto la 919 Hybrid che ha trionfato alla 24 Ore di Le Mans e l’iconica 911 RSR con livrea Martina che ha vinto la Targa Florio nel 1973. Per la realizzazione, Layzell prende spunto da delle foto originali, ma poi sta a lui metterle assieme e creare un contesto dinamico: «Prendiamo la Porsche che ha vinto la Targa nel 1973: l’hanno fotografata ai box e hanno scattato alcune foto in curva, ma non saranno i necessariamente i momenti più spettacolari. Io metto assieme trovando lo sfondo ideale e adattando le macchine ad esso». C’è anche un lavoro di ricerca, per dipingere ogni minimo dettaglio con correttezza storica.

Per vedere tutte le sue opere d’arte, visita il suo sito personale.

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati