TCR Italy | Apertura ai test privati in pista. Confermata la diretta TV per il campionato

I prossimi step di ACI Sport

ACI Sport ha messo a punto un protocollo per l'automobilismo nostrano, incluso il TCR Italy che potrebbe tornare in pista a luglio.
TCR Italy | Apertura ai test privati in pista. Confermata la diretta TV per il campionato

ACI Sport ha lavorato duramente in questi mesi per poter garantire la stagione 2020 dei propri campionati, soprattutto il TCR Italy. La serie turismo italiana ha ora la possibilità di poter tornare in pista attraverso dei test privati, ovviamente nel pieno della sicurezza sanitaria. Confermata anche la diretta televisiva per il campionato di quest’anno.

Già disponibili i test privati

ACI Sport ha messo a punto il Protocollo medico-scientifico per l’automobilismo sportivo tricolore, un documento condiviso sia dai medici, sia dei tecnici, sia dai vertici della Federazione e da quelli delle varie commissioni che comprendono tutto il variegato mondo delle discipline dello sport dell’auto. In una dettagliata videoconferenza, il direttore generale di ACI Sport Marco Rogano, il presidente della Commissione Velocità Gian Carlo Minardi, e il Responsabile Sportivo e Logistico Pista Ciro Sessa hanno illustrato ai team del TCR Italy e del TCR DSG Italy Endurance – intervenuti in forma massiccia – la situazione attuale e le prospettive per far ripartire i campionati dopo lo stop generale dettato dell’emergenza per il contenimento del Coronavirus. Alla videoconferenza erano presenti anche i responsabili di Michelin e Yokohama, fornitori in regime di monogomma dei due campionati TCR. «Il presidente di ACI e la Direzione Centrale stanno lavorando con il Ministero dello Sport per l’approvazione dei protocolli», ha spiegato Minardi. «Stiamo lavorando per tornare a breve alle competizioni e, prima ancora, alle prove».

«Sappiamo che avete bisogno di far lavorare le macchine e ci stiamo muovendo in tal senso», ha aggiunto Rogano. «I primi passi per tornare verso un’attività normale saranno quelli di effettuare dei test negli autodromi, che da oggi sono già possibili. Sarà un modo per rimettersi in moto in attesa che si possa arrivare ad un calendario della stagione sportiva». Comunque, c’è già il via libera per l’attività di allenamento individuale per i piloti presso i circuiti ed i kartodromi omologati.

Ripartenza il 19 luglio prossimo

«Speriamo di poter partire con le gare il 19 di luglio», ha detto sempre Rogano. «Considerando questa data come primo ACI Racing Weekend, la prospettiva è quella di fare il più gare possibile, e di mantenere il numero degli eventi che fanno parte dei vari campionati, sfruttando il mese di agosto e allungando la stagione verso dicembre. Speriamo e pensiamo che il Protocollo medico-scientifico per l’automobilismo venga approvato, dopodiché metteremo in moto una calendarizzazione per confermare le date sulle quali stiamo lavorando e per le quali abbiamo previsto anche le consuete dirette televisive».

Si punta a effettuare una prova generale

Rogano ha poi anticipato che le date del 14 giugno a Vallelunga e/o del 28 giugno a Misano, già concordate con gli autodromi per ospitare gli ACI Racing Weekend, potrebbero essere utilizzate per delle prove generali, dove valutare la fattibilità delle nuove procedure. «Cercheremo di fare un test collettivo, che sia non solo un test nel quale provare la macchina ma anche un test generale di come si entra in autodromo e di come ci si dovrà comportare. Dovremo fare in modo che ci sia la responsabilità e la partecipazione di ognuno, per evitare che succeda anche un minimo imprevisto, che bloccherebbe il lavoro di tutti».

Copyright foto: TCR Italy

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati