BMW protagonista nelle piste “virtuali” anche grazie ai team clienti

Con Walkenhorst Motorsport e Turner Motorsport.

BMW corre virtualmente non solo in veste ufficiale ma anche attraverso i propri team clienti, che danno molta importanza al sim-racing.
BMW protagonista nelle piste “virtuali” anche grazie ai team clienti

Vi abbiamo già raccontato di come si stia impegnando BMW nelle corse virtuali, soprattutto in questo periodo di stop forzato in pista. La Casa bavarese è protagonista grazie anche all’impegno dei team clienti, come Walkenhorst Motorsport e Turner Motorsport.

Walkenhorst Motorsport protagonista nell’Inferno Verde

Partiamo con ordine: Walkenhorst Motorsport si è concentrata sulla Digital Nürburgring Endurance Series powered by VCO, un campionato endurance che vede protagonista il Nürburgring Nordschleife. «Nel momento in cui la situazione è diventata chiara, abbiamo immediatamente dato un’occhiata in giro e considerato cosa potevamo fare in alternativa. Dopotutto, siamo tutti pazzi – in senso positivo – per il motorsport», ha affermato Niclas Königbauer, Team Manager della squadra tedesca. «Ci siamo ben presto imbattuti nelle sim-race sul Nordschleife. L’Esports è stato per molto tempo nei nostri piani. Tuttavia, per motivi di tempo, non è mai stata una priorità». David Pittard, Mikkel Jensen e Christian Krognes si sono catapultati sulla BMW Z4 GT3 virtuale, supportati dai sim-driver Scott e Sam Michaels. «È incredibile quanto tempo i ragazzi trascorrono sui loro simulatori e quanto lavoro dettagliato investono nell’allestimento» ha aggiunto Königbauer. Nell’ultima gara della serie, Pittard, Scott e Sam Michaels hanno colto un ottimo 2° posto.

Turner Motorsport e la sfida americana

Mentre Walkenhorst Motorsport si sta concentrando sulle gare sul Nordschleife virtuale, Turner Motorsport affronta i circuiti digitali del Nord America con la BMW M8 GTE. Nel mondo reale, il team di Will Turner schiera la BMW M6 GT3 nella classe GTD del campionato IMSA WeatherTech SportsCar e la BMW M4 GT4 in vari altri campionati. «Alla Turner Motorsport, abbiamo sempre cercato nuovi modi di presentare la nostra passione per le corse, il nostro marchio e i nostri partner», ha dichiarato Turner. «In quanto tale, gli Esport erano già sul nostro radar prima che la situazione attuale si sviluppasse, poiché offre grandi opportunità di marketing a costi minimi. Monitoriamo il mercato da anni e crediamo che non abbia ancora raggiunto il picco». La sua line-up vede protagonista il giovane Robby Foley nell’IMSA iRacing Pro Series, che ha attirato l’attenzione con la pole position nel round di apertura della stagione a Sebring.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati