Formula E | Continua il matrimonio con Roma: avanti fino al 2025

Altri cinque anni

L'ePrix di Roma rimarrà nel calendario della Formula E per altri cinque anni grazie a un rinnovo fino al 2025.
Formula E | Continua il matrimonio con Roma: avanti fino al 2025

La Formula E continuerà a correre per le strade dell’EUR: arrivata ieri la conferma del rinnovo tra la serie completamente elettrica e Roma fino al 2025. Si tratta di un’ottima notizia per il motorsport italiano, nonostante l’edizione di quest’anno sia stata rinviata a causa della pandemia di Coronavirus.

Formula e Roma: avanti per altri cinque anni

Roma è entrata solo di recente, in occasione della stagione 2017-18: in quell’anno vinse Sam Bird con Virgin, emulato poi l’anno dopo da Mitch Evans che ha regalato la prima e tanto aspettata vittoria di Jaguar. «Roma è ancora una volta un riferimento chiave per la Formula E e rimane un’attrazione importante» ha sottolineato la sindaca Virginia Raggi. «La nostra città è pronta per questa sfida e la capitale italiana sarà il simbolo della serie fino al 2025. Questo accordo porterà molti investimenti nelle aree urbane e renderà la nostra collaborazione molto più forte». «Siamo orgogliosi di annunciare un risultato così importante e l’avvio di una nuova cooperazione a lungo termine» ha aggiunto Alejandro Agag, fondatore e presidente della Formula E. «L’Italia è un mercato strategico e siamo determinati a continuare a lavorare col paese per garantire un’ulteriore crescita del campionato in termini di popolarità e competitività. Abbiamo coinvolto alcuni dei maggiori protagonisti del settore a lavorare insieme per un graduale cambiamento nel modo in cui viene percepita la mobilità elettrica».

Una presenza Mondiale in Italia

Nonostante l’ePrix di quest’anno sia saltato – in realtà è stato attualmente sospeso, ma difficile vedere un recupero –, la Formula E continuerà a venire in Italia ogni anno. Se escludiamo la Formula 1 e il Mondiale Rally, si tratta dell’unico Campionato Mondiale della FIA presente in Italia.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati