WRC | Rally Finlandia 2020, a giugno si decide: intanto arrivano nuove restrizioni

Stop ai grandi eventi in Finlandia sino a luglio

Mentre nel Paese vengono attuate nuove restrizioni per i grandi assembramenti, i lavori per il Rally Finlandia 2020 vanno ancora avanti, in attesa di una decisione definitiva
WRC | Rally Finlandia 2020, a giugno si decide: intanto arrivano nuove restrizioni

C’è un nuovo sviluppo nella tormentata stagione 2020 del campionato WRC, questa volta riguardante il Rally di Finlandia, previsto per il 6-9 agosto.

Nuove restrizioni in Finlandia

Si tratta di un appuntamento da cui potrebbe ripartire il Mondiale se, ed attendiamo ancora l’ufficialità, il Safari Rally di luglio verrà annullato causa coronavirus come è successo per i precedenti appuntamenti in Argentina, Portogallo ed Italia. In questi giorni però le autorità finlandesi hanno stabilito il prolungamento del divieto di assembramento, in questo caso con più di 500 persone, sino alla fine di luglio per via dell’emergenza legata al COVID-19. L’obiettivo è preservare escalation di un contagio che nel Paese scandinavo si è riusciti, ad oggi, a mantenere su livelli bassi (siamo tutt’ora a 4.284 casi), diventando uno dei modelli virtuosi di contenimento dell’epidemia al mondo.

Si continua a lavorare per il Rally Finlandia 2020

Al momento non ci dovrebbero essere grossi rischi per il Rally di Finlandia, sebbene i team arriverebbero nella regione di gara del Jyväskylä verso fine luglio: gli organizzatori di AKK Sports Ltd assicurano ancora una volta che si sta lavorando come sempre per far sì che l’evento possa avere luogo. «Le misure stabilite dal governo finlandese al momento non precludono l’organizzazione del Neste Rally Finlandia, dal 6 al 9 agosto 2020», recita il comunicato ufficiale dall’organizzazione della gara. «Pertanto, AKK Sports Ltd continuerà i suoi preparativi adattandosi alla situazione e monitorando costantemente gli ultimi aggiornamenti. L’organizzazione del round finlandese del WRC è influenzata anche dalle situazioni COVID-19 in altri Paesi, grazie alle quali l’organizzazione seguirà attivamente lo sviluppo della pandemia anche a livello globale». La Finlandia infatti non può permettersi il lusso di contagi importati o di ritorno, scatenando focolai dalle conseguenze imprevedibili.

Abbiamo però una data intorno alla quale potremo avere finalmente una situazione più definita sulla sorte della gara: «Il governo finlandese esaminerà la situazione nazionale e aggiornerà le sue misure sugli eventi di agosto all’inizio di giugno. AKK Sports Ltd come organizzatore di eventi vuole agire nel modo più responsabile possibile, tenendo conto di spettatori, concorrenti, partner, dipendenti e altre parti interessate, senza mettere in pericolo la salute e la sicurezza di nessuno».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati