WEC | Neveu: “La nuova stagione a marzo darà benefici ai costruttori interessati alle Hypercar”

Le LMH saranno introdotte nel 2021

Gerard Neveu è convinto che l'ingresso delle Le Mans Hypercar nel FIA WEC 2021 darà modo a molti costruttori d'interessarsi al progetto.
WEC | Neveu: “La nuova stagione a marzo darà benefici ai costruttori interessati alle Hypercar”

Secondo Gerard Neveu, CEO del FIA World Endurance Championship, ritardare l’introduzione delle Le Mans Hypercar andrà a beneficio dei costruttori che hanno intenzione di impegnarsi nel Mondiale. La nuova classe debutterà solamente il prossimo anno.

La convinzione di Neveu

Il WEC concluderà la sua stagione solamente alla fine di quest’anno, dopo aver rimandato la 6 Ore di Spa-Francorchamps e la 24 Ore di Le Mans a causa della pandemia di Coronavirus e introducendo anche la 8 Ore del Bahrain. Parlando al sito francese Endurance-Info, Neveu ha spiegato che il rinvio delle LMH al 2021 potrà essere un beneficio per il campionato e per coloro che sono intenzionati a impegnarsi nella classe regina dell’endurance. «La prossima stagione daremo il benvenuto alle Le Mans Hypercar come nuova categoria di punta del WEC» ha detto Neveu. «Ritardare all’inizio di marzo la stagione e il fatto che torneremo a un calendario estivo andrà a beneficio di molti produttori che intendono competere in LMH. Non prevediamo che le attuali auto DPi dell’IMSA possano competere in questa categoria, così come nessun concorrente DPi ha espresso il desiderio di venire a correre nel WEC». Al momento, solo Toyota e Glickenhaus sono impegnate regolarmente nel progetto, dopo che Aston Martin si è leggermente tirata indietro e con Peugeot nettamente in ritardo dopo l’arrivederci di Rebellion e Oreca.

ACO e IMSA ancora al lavoro per le LMDh

ACO e IMSA stanno discutendo ancora sulla convergenza con le LMDh: «Continuano regolarmente e in modo positivo, i regolamenti sono quasi finalizzati e queste sono le auto che normalmente vedremo in futuro dal 2022 in poi». Gli occhi sono comunque focalizzati sul futuro post-pandemia: «Non c’è dubbio che il motorsport continuerà a mantenere un ruolo valido, ma il modo in cui organizzeremo e gestiremo eventi cambierà».

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati