smart EQ fortwo e-cup | Pelillo, Vice Presidente dell’ENECC: “Il campionato? Idea eccezionale”

Parola al Vice Presidente della ENECC

Angelo Raffaele Pelillo, Vice Presidente della Commissione Mondiale FIA dedicata alle energie del futuro (ENECC) parla del mondo elettrico.
smart EQ fortwo e-cup | Pelillo, Vice Presidente dell’ENECC: “Il campionato? Idea eccezionale”

Stanno venendo fuori pian piano i primi campionati elettrici: dopo ovviamente la Formula E, la smart EQ fortwo e-cup è la prima realtà, creata in casa nostra, che ha preso piede da ormai due anni. Angelo Raffaele Pelillo, Vice Presidente della Commissione Mondiale FIA dedicata alle energie del futuro (ENECC) è stato intervistato telefonicamente dagli addetti stampa del campionato per parlare di questo possibile futuro elettrico.

Chi è Angelo Raffaele Pelillo?

Pelillo di professione fa l’avvocato e ha sempre avuto la passione per le auto, riuscendo a farla diventare parte del proprio mestiere. La sua carriera è davvero notevole: prima ha presieduto la Commissione ACI Sport per le Energie Rinnovabili e ora è Vice Presidente della ENECC che abbiamo già citato. «Tre anni fa il Presidente di ACI Sport Sticchi Damiani, che non smetterò mai di ringraziare per la fiducia che mi ha accordato, ha chiesto la mia disponibilità ad occuparmi della Commissione ACI Sport per le Energie Alternative. Onorato accettai e mi sono subito messo all’opera» ha detto l’avvocato di Teramo. «Tre anni dopo, grazie ad un lavoro corale, l’Italia è uno dei paesi più avanti in questo settore e, soprattutto, più vivaci, con tanti progetti innovativi. Da questa base è nata la possibilità di entrare nel Consiglio FIA, prima da osservatore esterno, poi diventando componente della stessa commissione e quindi successivamente Presidente del collegio dei commissari sportivi nelle gare FIA di regolarità elettrica; infine, il Consiglio Mondiale della FIA mi ha eletto Vice Presidente della ENECC, la Electric & New Energy Championship Commission».

La smart EQ fortwo e-cup: “Idea eccezionale”

Alla domanda se il futuro è elettrico, Pelillo ha così risposto: «Non mi è mai piaciuto ragionare in termini di sostituzione o alternativa. L’elettrico è un modo per allargare l’offerta, è un modo per fare cose diverse e per fare cose che il termico, per mille motivi che sarebbe fin troppo lungo elencare, non può fare». La smart EQ fortwo e-cup è invece «un’idea eccezionale. È il primo campionato al mondo dedicato ad una vettura turismo elettrica, è un progetto italiano di cui l’Italia può e deve farsene vanto. E la dimostrazione che ancora oggi la nostra nazione ospita le migliori menti e ha grandi capacità. Che sia uno straordinario successo non lo dico io ma i numeri, che danno ragione a tutti noi e a tutte le aziende che hanno creduto in questo progetto».

Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati