Gli junior BMW Harper, Hesse e Verhagen e l’allenamento da casa per il Nurburgring

Grazie a Formula Medicine

Dan Harper, Max Hesse e Neil Verhagen del BMW Junior Team continuano dalle loro rispettive case l'allenamento per correre al Nurburgring al più presto.
Gli junior BMW Harper, Hesse e Verhagen e l’allenamento da casa per il Nurburgring

Vi abbiamo raccontato in questi giorni come i piloti ufficiali di BMW stanno passando la loro quarantena a casa, ma non come si stanno preparando gli junior Dan Harper, Max Hesse e Neil Verhagen per essere pronti per le prime gare al Nürburgring quando la pandemia sarà conclusa.

Un apporto importante di Formula Medicine

Il BMW Junior Team era pronto a cominciare la sua stagione sportiva a marzo, ma il Coronavirus ha fermato ogni campionato e i tre giovani alfieri della Casa bavarese sono stati costretti a rimanere nelle loro rispettive case. L’allenamento non si è comunque fermato e, grazie anche alle basi che hanno avuto modo di familiarizzare alla Formula Medicine, stanno continuamente mantenendo il proprio fisico (e la propria mente) in forma. «Abbiamo trascorso gran parte del tempo lavorando sull’allenamento mentale» ha spiegato il dottor Riccardo Ceccarelli, fondatore di Formula Medicine. «L’obiettivo fondamentale era che gli junior offrissero le migliori prestazioni in pista usando la minor energia mentale possibile. Il focus di tutti i nostri esercizi è su questo e sono molto contento dei progressi compiuti da tutti e tre. Penso che sia corretto dire che ora sono tutti in gradi di fare valutazioni migliori di sé stessi rispetto all’inizio del programma».

L’esperienza di Verhagen

Verhagen ha raccontato la sua esperienza: «I due mesi a Viareggio sono stati incredibili. Sono rimasto davvero sorpreso da quanto sono migliorato attraverso l’allenamento mentale e fisico. È impressionante i risultati che si ottengono con la Formula Medicini, vorrei ringraziare tutti per il loro fantastico sostegno. Anche vivere con Dan e Max è stato grandioso, ma ora sono a casa negli Stati Uniti e sono consapevole di come l’attuale crisi si stia evolvendo».

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati