La quarantena positiva: i piloti BMW e il loro tempo per la famiglia

Ecco come trascorrono il tempo coi figli

La pausa forzata dei campionati ha regalato ai piloti più tempo da dedicare alle loro rispettive famiglie. Ecco cosa fanno gli ufficiali BMW.
La quarantena positiva: i piloti BMW e il loro tempo per la famiglia

Si tratta sicuramente di un periodo difficile quello che stiamo vivendo, ma ci sono anche alcune note positive: lo sottolineano anche i piloti ufficiali di BMW Motorsport, a casa in quarantena e in grado di passare più tempo con le loro rispettive famiglie.

Una pausa dalla routine

Viaggiare in giro per il mondo a causa dei tanti impegni in pista non aiuta molto spesso i piloti, ma stavolta possono trascorrere molto più tempo al fianco dei loro cari. Augusto Farfus, ad esempio, è con sua moglie e i suoi figli in Brasile. «È fantastico che io sia con la mia famiglia. Questo non è successo negli ultimi 20 anni della mia vita. Sfortunatamente, è a causa di qualcosa che non è affatto piacevole, ma almeno riesco a passare molto più tempo del solito vicino ai miei genitori e alla mia famiglia». Anche Kelvin van der Linde trascorre più tempo possibile con i suoi genitori in Sudafrica: «Di solito vivo in Germania durante la stagione. L’ultima volta che ho trascorso così tanto tempo con loro è stato tre anni fa, quindi è bello, nonostante l’attuale crisi globale». Nicky Catsburg al momento si sta godendo il tempo che sta trascorrendo con la sua bambina, che ha appena festeggiato il suo primo compleanno. «È davvero bello passare più tempo con lei ed essere lì per sperimentare come scopre e apprende ogni sorta di cose. Sta imparando così rapidamente al momento, e ad essere onesti, è fantastico essere qui per questo».

Tempo per i propri figli

Timo Glock ha un sorriso sul volto mentre spiega che come uomo di famiglia a volte può essere «una sfida intrattenere i bambini tutto il giorno», ma ha anche testimoniato «È bello passare molto tempo con la mia famiglia ora. Anche i bambini si stanno divertendo. È ovviamente un po’ strano per loro perché sanno che di solito sono molto via, ma sono felici che io sia qui al momento». Martin Tomczyk, che come Glock ha due figli, ha aggiunto: «Al momento è un periodo molto intenso con la famiglia. Puoi sentire che anche i bambini stanno affrontando bene la situazione e che l’intera relazione familiare viene rafforzata e si rinsalda». Con tutta la gioia che la vita familiare molto più intensa sta portando al pilota della BMW i Andretti Motorsport Alexander Sims con i suoi tre figli, ha sottolineato: «Alla luce della situazione globale eccezionale, è strano avere così tanta gioia con il famiglia, ma ad essere sinceri è esattamente ciò di cui ho bisogno in questo momento difficile».

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati