IndyCar | McLaughlin vince la gara virtuale a Barber, in pista anche Wickens

Vittoria di strategia

Scott McLaughlin vince la seconda gara del campionato virtuale della IndyCar Series al Barber Motorsport Park.
IndyCar | McLaughlin vince la gara virtuale a Barber, in pista anche Wickens

Scott McLaughlin sta entrando sempre più nella IndyCar Series. Il campione della Supercars australiana, dopo aver effettuato dei test con il Team Penske e pronto anche a debuttare in una gara del campionato, ha vinto la corsa virtuale di 45 al Barber Motorsport Park su iRacing.

Una vittoria di strategia per McLaughlin

McLaughlin è scattato dall’8° posto sulla griglia di partenza e ha anticipato di molto la prima sosta, per poi sfruttare la caution intervenuto successivamente per prendersi il comando al 27°, quando tutti si sono fermati ai box. Da lì è partita un’ottima gestione della gara con ben 17” di vantaggio, rientrando al 31° ed uscendo 2° alle spalle di Scott Speed. Il pilota di Andretti nel rallycross americano aveva puntato tutto su una sola sosta, rimanendo con poco carburante nel finale e lasciando quindi campo aperto al neozelandese. «È stata una grande chiamata di Jonathan» ha dichiarato McLaughlin a fine gara. «La scorsa settimana ho cercato di capire il mio chilometraggio e la mia strategia. È stato molto più facile oggi con il suo aiuto. Uscire con nessuno davanti ha fatto la differenza e potevo davvero correre al massimo». Da sottolineare che il 26enne è da dieci anni attivo su iRacing e per la gara si è svegliato alle due del mattino dalla sua casa a Brisbane, in Alabama.

Wickens ottimo 8° nel suo ritorno “virtuale”

Al 2° posto troviamo Will Power, vincitore di una gara in notturna sull’ovale di Indianapolis e fino all’ultimo col fiato sul collo di McLaughlin. Il poleman Sage Karam, favorito per il successo finale e vincitore settimana scorsa a Watkins Glen, si è toccato con Felix Rosenqvist e si è pure beccato una penalità. C’è da sottolineare l’ottima prestazione di RobertWickens, ritornato in pista almeno virtualmente grazie a un volante appositamente realizzato dall’azienda di Max Papis. Il canadese ha concluso 8° davanti al campione in carica Josef Newgarden. Alex Palou è 4°, seguito da Simon Pagenaud che completa la top-5. Presente anche Jimmie Johnson, sempre più nell’orbita della IndyCar.

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati