WRC | Makinen: “I team non vogliono correre al Safari”. Si riparte dal Rally Finlandia in agosto?

I team contro la ripartenza al Safari

Per il team principal di Toyota Gazoo Racing Tommi Makinen non si dovrebbe gareggiare al Safari Rally, visto il rischio coronavirus. Il WRC potrebbe perciò ripartire in agosto dalla Finlandia
WRC | Makinen: “I team non vogliono correre al Safari”. Si riparte dal Rally Finlandia in agosto?

Forse è solo una questione di ufficialità, ma salvo colpi di scena sembra sempre più a rischio la ripartenza del WRC dal Safari Rally di luglio: la situazione in Africa, tra coronavirus ed altri imprevisti che potrebbero rendere complicato l’evento in Kenya, è sin troppo precaria per pensare a gareggiare come se nulla fosse.

“Il Safari Rally deve essere annullato”

Il dado sembra tratto visto che abbiamo anche i primi pesi massimi del campionato mondiale ad esporsi per suggerire un annullamento del Safari. Ai microfoni del sito finlandese Yle Sport il team principal di Toyota Gazoo Racing, Tommi Mäkinen, ha infatti rivelato che le squadre impegnate nel WRC si potrebbero opporre alla decisione di riprendere a luglio nella prova africana di ritorno nel programma dopo diciott’anni. «I team hanno espresso la volontà di non correre al Safari, ritenendo che l’evento debba essere annullato», sono le parole di Mäkinen, motivate dalle preoccupazioni per l’escalation del COVID-19 anche in Africa; ma non bisogna sottovalutare il fatto che prendere un’aereo o effettuare spostamenti, nel mentre che il virus fatica a ridimensionare la sua portata, sarà alquanto improbabile.

Makinen: “La stagione WRC può essere comunque salvata”

Nei prossimi giorni verrà ufficializzata una decisione definitiva che troverà l’accordo della FIA, del Promoter del WRC e degli organizzatori ed istituzioni locali. Ma per il team principal Toyota non c’è necessità di correre in Kenya ad ogni costo, sostenendo inoltre che comunque la stagione potrebbe ancora essere salvata, nonostante allo stato attuale ci siano stati i rinvii sine die del Rally Argentina, Portogallo ed Italia Sardegna.

«Si stanno valutando le opzioni, sperando che Portogallo e Sardegna possano essere recuperati in autunno – prosegue Mäkinen – ma non so se sarà possibile farlo con il calendario attuale. Speriamo di poter gareggiare e di cavarne una stagione abbastanza buona, ma se alcune gare venissero annullate, non sarà comunque un disastro». L’ex pilota comunque resta preoccupato per gli effetti che subirà la sua squadra a livello economico vista la situazione, riecheggiando implicitamente le stesse inquietudini mostrate dal collega e rivale di Hyundai Motorsport Andrea Adamo.

Il Rally di Finlandia si prepara nonostante l’emergenza

Se il Safari Rally venisse annullato o cancellato a dir si voglia, la stagione potrebbe ripartire dal Rally di Finlandia, previsto ad agosto. La macchina organizzativa dell’evento procede, con la pubblicazione questa settimana della Rally Guide 1, che praticamente è il nastro di partenza di una manifestazione WRC.

La guida si apre con alcune parole degli organizzatori che non possono prescindere dalla situazione che il pianeta, e quindi anche lo sport, sta vivendo: «In questi tempi eccezionali non è facile pensare a qualcosa da dire sull’evento, poiché tutte le nostre vite sono attualmente focalizzate sulla cura di cose più importanti: i nostri cari, noi stessi, i nostri colleghi e persino le nostre aziende e organizzazioni, che sono colpite in molti modi da questa pandemia. Per quanto concerne il Neste Rally di Finlandia, avremmo desiderato un inizio migliore per i nostri preparativi finali per l’evento, che rappresenterà il nostro 70esimo anniversario. Allo stato attuale, possiamo solo continuare a lavorare per realizzare il ​​miglior evento possibile date le circostanze, e continuare a sperare che all’inizio di agosto le cose saranno diverse e che tutti noi potremo riunirci per celebrare il nostro evento, il suo anniversario e la fine di questo confinamento globale!».

A riprova dello spirito dei tempi che stiamo vivendo, al punto 15.1 delle informazioni mediche si parla, per la prima volta in una Rally Guide, anche del coronavirus: «A causa dell’attuale situazione di pandemia nel mondo, non sapevamo, al momento della pubblicazione della nostra Rally Guide 1, se potevamo organizzare l’evento come previsto. Se siamo in grado di portarlo a termine, potrebbero esserci ancora restrizioni sui viaggi da, verso o all’interno della Finlandia riguardo al COVID-19 al momento dell’evento. Seguire attentamente tutti i consigli e gli aggiornamenti forniti dall’organizzatore, nonché dalle autorità finlandesi e da quelle del proprio paese di origine. Pubblicheremo aggiornamenti sul nostro sito web ogni volta che sarà necessario».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati