NASCAR | Coronavirus, rimandato il debutto della Next Gen al 2022

Decisione presa coi costruttori

La NASCAR ha deciso di rimandare l'introduzione della nuova Next Gen al 2022, a causa anche dello stop dovuto al Coronavirus.
NASCAR | Coronavirus, rimandato il debutto della Next Gen al 2022

A causa della pandemia di Coronavirus, la NASCAR ha preso la decisione di rimandare il debutto della Next Gen al 2022. La nuova auto da corsa della serie americana doveva essere introdotta alla Daytona 500 del prossimo anno.

Il debutto della Next Gen sarà nel 2022

A causa di questa sosta forzata per il virus COVID-19, molti campionati si sono fermati e, ovviamente, anche il lavoro in fabbrica. Se la Formula 1 ha deciso di rimandare di un anno l’introduzione dei nuovi regolamenti, anche la NASCAR ha seguito questa strada e la Next Gen entrerà in vigore solamente nel 2022, e non il 2021 come era stato programmato originariamente. «A causa dei problemi legati alla pandemia di Coronavirus, il debutto delle auto della Next Gen sarà posticipato al 2022» ha dichiarato John Probst, senior vice-presidente delle novità sportive della NASCAR. «La decisione è stata presa in collaborazione con i costruttori e i proprietari dei team. Continueremo a sviluppare la Next Gen rivisitando il calendario dei test, che verrà poi condiviso quando ci saranno ulteriori informazioni».

Già scesa in pista in quattro occasioni

Come già detto, tutte le aziende e le fabbriche legate alla NASCAR sono ferme ed è difficile continuare lo sviluppo della Next Gen per garantirla entro la fine dell’anno. Molti erano coloro che hanno invocato questa scelta: come David Wilson di Toyota, così come Chad Knaus di Hendrick Motorsport e Mason St Hilaire di Go Fas Racing. La nuova auto è scesa in pista ben quattro volte: lo scorso anno fu Austin Dillon a provarla a Richmond, seguito poi nelle altre occasioni da Joey Logano (Phoenix), Eric Jones (Homestead) e William Byron (Fontana). Il quinto test doveva essere ad Atlanta il mese scorso con Clint Bowyer ma, ovviamente, è stato annullato.

Leggi altri articoli in NASCAR

Commenti chiusi

Articoli correlati