WRC | Ogier potrebbe riconsiderare il suo ritiro e forse rimandarlo

Vista la situazione del campionato WRC

Con il coronavirus che ha azzoppato la stagione del WRC 2020, Sebastien Ogier sarebbe tentato di spostare il suo ritiro dalle competizioni a fine 2021
WRC | Ogier potrebbe riconsiderare il suo ritiro e forse rimandarlo

Il coronavirus sta minando le certezze dell’intero pianeta, e ormai ciò che ci sembrava scontato adesso non lo è più. Il discorso vale anche per il motorsport, alle prese – alla pari di tutto l’universo sportivo – con una stagione completamente bloccata ed incerta sulla sua ripartenza.

Ogier: “Pensavo che la mia ultima stagione sarebbe stata diversa”

Sébastien Ogier non si aspettava un finale di carriera così, visto che il 2020 sarebbe dovuto essere il suo ultimo anno nei rally d’alto livello prima di appendere il caso al chiodo. Usiamo il condizionale perché dal magazine cartaceo tedesco Motorsport Aktuell arriva una indiscrezione subito rilanciata dai media di settore nordici: Ogier starebbe riconsiderando la possibilità di chiudere la sua carriera nel WRC, riflettendo se sia invece il caso di spostare il suo ritiro dopo il prossimo anno.

A 36 anni il francese sei volte campione del mondo si apprestava ad onorare il suo contratto con Toyota Gazoo Racing, suo ultimo team, per poi salutare tutti a fine stagione per dedicarsi alla famiglia e a nuovi interessi. Come detto però, l’attuale leader della classifica piloti WRC dopo tre gare (ed è un miracolo che il Mondiale Rally sia riuscito almeno ad iniziare la stagione) non si aspettava un tour d’addio così precario ed incerto, considerando il fatto che i prossimi mesi sino a luglio-agosto saranno all’insegna dello stop agli appuntamenti iridati. «Effettivamente, credevo che la mia ultima stagione sarebbe stata un po’ diversa», pare siano le parole proferite da Ogier alla rivista tedesca.

Makinen potrebbe provare a trattenere Ogier

Ecco quindi che Tommi Mäkinen potrebbe cogliere la palla al balzo e, proprio come il team principal si era augurato in tempi non sospetti, proporre così un prolungamento di contratto al francese sino al 2021. Ma sembra che quest’ultimo per ora nicchi, ritenendo che al momento sia troppo presto per parlarne e di aspettare perciò le evoluzioni di una situazione estremamente poco certa. Una cosa però potrebbe essere sicura: Ogier non sembra per niente interessato alle nuove regolamentazioni che investiranno il WRC 2022, mostrando la stessa perplessità sulle vetture con le nuove specifiche che hanno dato prova di avere colleghi come Thierry Neuville. Ergo, se il pluricampione del mondo proseguirà, sarà giusto per un altro anno. Nei prossimi mesi ne sapremo di più.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati