La Citroen C3 WRC che sarebbe potuta essere, secondo Sketch Storm

Il bozzetto della C3 WRC firmato da Schitt

Il designer automotive Vladimir Schitt ha immaginato un concept per la Citroen C3 WRC, in una versione tra passato e novità che magari avrebbe potuto essere in gara nel Mondiale
La Citroen C3 WRC che sarebbe potuta essere, secondo Sketch Storm

Come sarebbe potuta essere la Citroen C3 WRC se la casa francese non avesse optato per l’addio al Mondiale Rally una volta conclusa la stagione 2019? A questa domanda prova a rispondere il bozzetto della vettura uscito dalla penna del designer Vladimir Schitt per Sketch Storm.

La Citroen C3 WRC immaginata da Schitt, tra passato e novità aerodinamiche

La C3 WRC disegnata da Schitt ricorda molto la versione 2017, con linee molto compatte e imponenti soprattutto nel profilo anteriore; una aerodinamica molto diversa dalla vettura con cui hanno corso Sébastien Ogier ed Esapekka Lappi lo scorso anno, ma che presenta al tempo stesso qualche elemento di novità. Ad esempio, un airscope più basso e stretto, simile a quello della Hyundai i20 Coupé WRC, minigonne molto più marcate ed aggettanti (anche rispetto alla versione 2017), un alettone più massiccio e dei passaruota molto più evidenziati, simili alla soluzione intrapresa dalla Skoda Fabia R5 Evo 2019.

Da notare che, prima della decisione di ritirare la propria delegazione dal WRC, il team aveva provato durante dei test nella stagione precedente degli aggiornamenti all’aerodinamica della C3 WRC, migliorie che avremmo potuto vedere sin dal Rally di Monte Carlo che ha aperto il campionato 2020. Ma poi sappiamo come è andata a finire (e chissà se Citroen tornerà nel Mondiale Rally in tempo per la nuova era ibrida che si aprirà dal 2022).

Crediti Immagine di Copertina: Vladimir Schitt – Sketch Storm

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati