Formula E | Virgin apre un centro di produzione di mascherine contro il Coronavirus

Una produzione di 100.000 unità al giorno

L'Envision Group, proprietario della squadra di Formula E, ha aperto un centro di produzione di mascherine che saranno donate gratuitamente.
Formula E | Virgin apre un centro di produzione di mascherine contro il Coronavirus

Dalla Formula E al Coronavirus: l’Envision Virgin Racing, attraverso l’Envision Group che controlla la quota di maggioranza della squadra, ha aperto un nuovo centro di produzione di mascherine protettive contro il virus COVID-19.

Impegno in prima linea contro il Coronavirus

Ha cambiato campo ma non l’obiettivo il team britannico: vincere la sfida che si trova davanti. Non una questione semplice, ma l’Envision Smile Manufacturing Center è stato creato in soli 15 giorni ed è operativo dal 1° marzo. Sono previste tre linee di produzione delle mascherine, donate gratuitamente a imprese, scuole e le comunità più colpite della Cina per aiutare il paese a tornare alla normalità. Anche il Giappone, la Corea del Sud e altri paesi sono coinvolgi in questa azione su ampia scala, con una struttura che è stata resa operativa nel giro di due settimane. Non solo lavoro in fabbrica: Virgin ha effettuato anche una donazione di 5,5 milioni di sterline e sta producendo circa 100.000 mascherine al giorno. Un bel gesto in un momento di difficoltà collettiva.

Le parole del CEO Lei Zhang

«I dipendenti di Envision hanno superato enormi difficoltà per consentire alla produzione d’iniziare come previsto nella nuova fabbrica di mascherine», ha dichiarato Lei Zhang, CEO di Envision Group e proprietario della squadra di Formula E. «Tutte le mascherine prodotte nella struttura saranno donate per aiutare ad accelerare la ripresa del lavoro e della vita. Quando affrontiamo queste sfide, piuttosto che chiuderci in un angolo, scegliamo di alimentare la speranza delle persone con un sorriso. Il nostro obiettivo è fare molto di più: miriamo a offrire speranza e aiutare le persone a sorridere ancora una volta. Speriamo davvero di vedere tutti ‘sorridere dopo la pioggia’».

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati