IndyCar | St. Petersburg 2020: anteprima e orari del weekend

Tutte le info per seguire la gara

Nonostante l'emergenza Coronavirus, si correrà a porte chiuse la prima gara della IndyCar Series a St. Petersburg. Ecco tutti gli orari aggiornati.
IndyCar | St. Petersburg 2020: anteprima e orari del weekend

Dopo i forti dubbi sulla sua cancellazione per l’emergenza Coronavirus, si correrà a porte chiuse la gara di St. Petersburg dell’IndyCar Series. Quindi, prenderà il via regolarmente la stagione del campionato americano, con due sole giornate in programma rispetto al programma originale.

Programma ed orari

Sabato 14 marzo
14.45 – Prove libere 1 (45 minuti)
18.30 – Prove libere 2 (60 minuti)
21.45 – Qualifiche (G1 10’, G2 10’, R2 10’, R3 15’)

Domenica 15 marzo
15.25 – Warm-up (30 minuti)
20.30 – Gara (100 giri)

Gli orari sono riferiti a quelli italiani (GMT+1).

Anteprima del weekend

Sarà una gara tesissima, principalmente per la paura del virus COVID-19 che alleggia nell’aria e con gli spalti che per la prima volta saranno vuoti. Nel bene e nel male, la stagione ripartirà senza intoppi da dove eravamo rimasti fermi con il finale dello scorso anno: Josef Newgarden tenterà di rivincere il titolo e, proprio a St. Petersburg, aveva vinto grazie a un’ottima strategia. Comunque di avversari non possono certo mancare: dai propri compagni Simon Pagenaud (2° in classifica lo scorso anno) e Will Power (sempre veloce sul tracciato semi-cittadino), ma anche gente come Alexander Rossi, ormai un vero e proprio esperto del campionato con Andretti, oppure il sempreverde Scott Dixon con Ganassi. C’è da dire che ormai è anche tempo di vedere diversi giovani all’arrembaggio: Colton Herta si è già dimostrato di essere concreto quando è in giornata, mentre Felix Rosenqvist si era davvero esaltato nella gara dello scorso anno – almeno nelle prime fasi.

Atteso il debutto della McLaren con la super coppia al debutto Oliver Askew-Pato O’Ward. Ben conoscendoli, i due potrebbero puntare a qualche posizione di rilievo. Per Marcus Ericsson si tratta invece del momento della verità, finalmente con un team competitivo (Ganassi) e quindi terminato il tempo delle scuse. Ryan Hunter-Reay è richiamato in causa dopo aver deluso in questi ultimi anni e con alcune voci che lo avevano relegato fuori da questa stagione.

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati