WEC | Ufficializzato il nuovo handicap delle LMP1 per Sebring

Toyota ancora penalizzata pesantemente

Sono stati aggiornati gli handicap per le LMP1 nel prossimo appuntamento del FIA WEC a Sebring.
WEC | Ufficializzato il nuovo handicap delle LMP1 per Sebring

Sono stati ufficializzati gli handicap per le LMP1 nel prossimo appuntamento del FIA World Endurance Championship. Alla 1000 Miglia di Sebring, le Toyota saranno ancora le auto più svantaggiate, anche se Rebellion è stata notevolmente rallentata.

Rebellion aumenta, ma rimane favorita

Le Toyota TS050 Hybrid, sebbene siano arrivate seconda e terza alla 6 Ore di Austin, aumenteranno il loro handicap dato che Ginetta – al momento iscritta a Sebring – ha saltato l’ultima tappa stagionale. La #7, quella di Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López che si trova ancora al comando della classifica, sarà più lenta di 3”02 al giro in Florida, ricevendo quindi la più pesante penalizzazione che si sia vista in questa stagione. Non va certamente meglio la #8 di Kazuki Nakajima, Brendon Hartley e Sebastién Buemi, rallentata di 2”64 e con un gap di soli 0”38 rispetto alla vettura gemella, quando al Circuito delle Americhe era di 0”56. Sebbene abbia dominato la gara del COTA, Rebellion si vede aumentare il ritardo da 0”55 a 1”36, ma che la mette ancora nella posizione di favorita per la vittoria finale.

Ginetta la più leggera, ma dubbi sull’affidabilità

Dopo un lungo lavoro di manutenzione, Ginetta tornerà con le sue due G60-LT-P1 a Sebring e conterà su un peso minimo di 833 kg, ben molto più leggere rispetto alle avversarie: Rebellion è a quota 877 kg (+40), Toyota addirittura 932 (+99). Sebbene sulla carta il costruttore britannico può facilmente conquistare una doppietta, bisogna vedere quanto saranno affidabili su una gara difficile come quella statunitense, su una pista con caratteristiche diverse dalle altre viste in questa stagione.

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati