WTCR | Quattro Honda per ALL-INKL.COM Munnich Motorsport nel 2020

I tedeschi si occuperanno delle auto giapponesi

ALL-INKL.COM Münnich Motorsport schiererà Néstor Girolami, Esteban Guerrieri, Tiago Monteiro ed Attila Tassi nel FIA WTCR 2020.
WTCR | Quattro Honda per ALL-INKL.COM Munnich Motorsport nel 2020

Ben quattro Honda Civic Type R TCR porterà in pista l’ALL-INKL.COM Münnich Motorsport nella prossima stagione del FIA WTCR. La squadra tedesca schiererà Néstor Girolami, Esteban Guerrieri, Tiago Monteiro ed Attila Tassi da dividere in due squadre.

Muennich Motorsport cala il poker

Dopo l’addio di KCMG – che, tra l’altro, ha lasciato Nissan per passare alla Porsche nel panorama Gran Turismo – ha lasciato tutto nelle mani della compagine tedesca che si dividerà in due: la ALL-INKL.DE Münnich Motorsport seguirà le prime due Honda, mentre la ALL-INKL.COM Münnich Motorsport le restanti. Confermati come piloti Girolami, Guerrieri, Monteiro e Tassi, ma non è ancora chiara la line-up dei due team anche se, pare, verrà confermata la coppia argentina assieme a discapito del portoghese e dell’ungherese, assieme lo scorso anno. «Sarà un lavoro molto più impegnativo e grande, ma è una sfida che accettiamo», ha dichiarato Dominik Greiner, Team Manager della squadra teutonica. «Abbiamo un’ottima compagine con ragazzi bravissimi che lavorano non solo in pista, ma tanto anche a casa dietro le quinte. Per un team privato come noi, serve cooperazione ed esperienza nel mettere in pista quattro macchine nel WTCR. Sicuramente i due team lavoreranno a stretto contatto, condividendo dati e informazioni, ma in pista saranno separate e ogni pilota avrà le sue possibilità di lottare per la vittoria».

Si punta al titolo

Greiner ha continuato: «Per team, piloti e sponsor è la piattaforma perfetta il WTCR; con un’ottima copertura TV e promozione, Abbiamo compiuto questo sforzo perché crediamo in questa serie e che possa darci un ritorno a noi e ai nostri partner. L’obiettivo è vincere, chiaramente. Ci siamo andati molto vicini l’anno scorso, ma in Malesia è andata male. Siamo comunque tornati a casa a testa altissima e cominceremo la stagione con rinnovate motivazioni. I meccanici nel 2019 hanno fatto un lavoro fantastico e stiamo operando rapidamente per mettere a posto le macchine in tempo per i primi test di questo mese. Ringrazio tutti coloro che si stanno dando da fare perché ci presentiamo in forma alla prima gara del 2020».

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati