CIR

CIR | Davide Nicelli per il terzo anno consecutivo nel Tricolore Due Ruote Motrici

Ancora una volta su Peugeot 208 R2

Confermato anche quest'anno l'impegno di Davide Nicelli nel Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici, in veste di privato con Peugeot
CIR | Davide Nicelli per il  terzo anno consecutivo nel Tricolore Due Ruote Motrici

La prossima settimana scatterà ufficialmente il Campionato Italiano Rally 2020, ammesso che il Governo, sentito il parere del comitato tecnico scientifico, non decida di fermare per un mese intero ogni manifestazione sportiva in tutta Italia in cui non vengano rispettate le distanze di sicurezza da persona a persona.

La situazione è ancora molto dubbia e in pieno divenire, perciò limitiamoci ad attendere comunicazioni ufficiali e diamo per ora certo lo svolgimento del 43esimo Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, dal quale partirà la prossima settimana il CIR 2020. Venerdì scadono le iscrizioni, ma intanto tra i piloti che hanno dato la propria adesione e che disputeranno la stagione Tricolore spunta il giovane Davide Nicelli Jr.

Nicelli opta ancora per il CIR Due Ruote Motrici

Per il legnanese sarà la terza partecipazione consecutiva nel CIR Due Ruote Motrici, dopo il quarto posto nel 2018 ed essere stato l’anno dopo il diretto avversario nei confronti dell’equipaggio dominatore di categoria, formato da Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella. Con questi ultimi impegnati attualmentenel Junior WRC, Nicelli potrà proseguire ulteriormente la sua maturazione nelle 2RM e puntare a grandi traguardi. «Sono felice e onorato di poter essere nuovamente al via del CIR: non è stato facile scegliere la strada da percorrere perché, dopo un 2019 positivo, diversi team mi hanno fatto delle proposte e quindi abbiamo avuto la possibilità di fare il salto di categoria, su un R5, di partecipare con la Clio nuova al campionato R1 nel trofeo Renault», sono le parole di Nicelli, che ha saggiamente optato per le Due Ruote Motrici dove inizia ad avere ormai una certa confidenza, tale da poter alzare l’asticella delle ambizioni.

E siccome la squadra che vince non si cambia, il giovane pilota supportato dal team La Superba correrà ancora una volta con la Peugeot 208 R2, assieme al navigatore Alessandro Mattioda; cambierà solo il team che farà correre l’equipaggio, ovvero la toscana MM Motorsport.

“Un obbligo riprovarci”

«Alla fine ho preferito rimanere legato a Peugeot – prosegue Nicelli – e correre nuovamente con la 208 perché personalmente voglio prima dimostrare il mio potenziale, completando la mia crescita, e provare a vincere con una vettura piccola, poi potrò pensare al salto, inoltre visto che lo scorso anno sono andato vicino a vincere sia il trofeo che il Due Ruote Motrici quest’anno era d’obbligo riprovarci». Lo scorso anno Nicelli ha ottenuto anche una vittoria di categoria, nell’ultimo atto del Tuscan Rewind.

«L’unica novità è il team con cui correrò, MM Motorsport, team che ho voluto fortemente per questa stagione, perché penso che insieme potremmo toglierci diverse soddisfazioni e poi lo considero uno dei top team in Italia marcati Peugeot. Sicuramente sarà una stagione impegnativa come sempre perché ci scontreremo con piloti veloci e forti, quindi bisognerà lavorare duramente con sacrificio ed umiltà se vorremo dire la nostra, anche se penso di avere tutto per fare bene, visto che in inverno ci siamo preparati molto bene sia fisicamente che mentalmente. Infine volevo ringraziare la mia scuderia, i miei sponsor, e in particolare mio padre, che mi permettono di correre come un professionista».

Nicelli dovrà vedersela anche quest’anno con degli avversari di assoluto livello (sempre dal fronte del team ufficiale Peugeot impegnato nel 2RM, come lo erano Ciuffi e Gonella), ovvero Paolo Andreucci ed Anna Andreussi sulla nuova 208 Rally4. Uno stimolo in più, davanti a questi pesi massimi del rally, per poter tentare quest’anno l’impresa del titolo.

Crediti Immagine di Copertina: Ufficio Stampa Davide Nicelli Jr

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati