WRC | Rallye Serras de Fafe, test Hyundai in vista del Messico con Sordo e Tanak

Debutto su sterrato per entrambi

Ott Tanak e Dani Sordo correranno al Rallye Serras de Fafe di questo weekend per prepararsi al Rally del Messico. Ma quest'anno tutti i piloti Hyundai Motorsport saranno schierati in altri appuntamenti fuori dal WRC
WRC | Rallye Serras de Fafe, test Hyundai in vista del Messico con Sordo e Tanak

Questo weekend si correrà in Portogallo il Rallye Serras de Fafe e Felgueiras, primo appuntamento del campionato nazionale lusitano ma che varrà come prova generale in vista del Rally del Messico per due equipaggi Hyundai Motorsport.

Le prime volte di Sordo e Tanak in questa stagione

Ott Tanak e Dani Sordo, con i loro rispettivi navigatori, saliranno infatti a bordo delle i20 Coupé WRC che il team principal Andrea Adamo ha iscritto alla gara portoghese su sterrato, in vista del terzo round del WRC in Messico che si correrà dal 12 al 13 marzo prossimi. Per l’estone sarà la prima volta con la sua nuova vettura sul fondo terra, mentre per Sordo il Serras de Fafe sarà la sua prima gara stagionale (che vinse tra l’altro lo scorso anno) in vista del suo esordio nel WRC 2020. Al via anche il pilota schierato nel WRC2 di quest’anno, Nikolay Gryazin, a bordo della i20 R5. Ovviamente Tanak e Sordo saranno trasparenti ai fini delle classifiche e dei punteggi del Fafe, correndo con delle World Rally Car Plus, e non disputeranno inoltre la prova speciale di Santa Quitéria essendo inserita nel programma del Rally di Portogallo.

Come è logico che sia, la loro presenza in Portogallo sarà utile ad entrambi per prendere confidenza con la vettura Hyundai su sterrato (soprattutto nel caso di Tanak) e prepararsi al meglio per il Messico, dove andranno a raggiungere l’altro Hyundai schierato, Thierry Neuville. Ma per Adamo tutto ciò risponde ad un’altra esigenza che da sempre è un pallino del vulcanico team principal, ovvero aprirsi al pubblico e agli appassionati grazie a queste occasioni extra Mondiale.

I piloti Hyundai saranno schierati in altre gare fuori dal WRC

Ovviamente però il primo obiettivo è approfittare di contesti competitivi che vanno oltre i 42 canonici giorni di test concessi dalla FIA durante l’anno, per poter così affinare sia il rapporto dei piloti con la vettura che gli assetti tecnici della stessa. Ogni occasione, secondo il verbo del metodo Adamo, è utile per potersi migliorare nella lotta per i titoli del WRC. E questo soprattutto se hai in squadra un pilota al suo primo anno con la i20. «[Il Rally Serras de Fafe ] è utile a Tanak per familiarizzare con la vettura – ha spiegato Adamo – ma non è soltanto questo oppure per via del test, ma è una questione anche di show. Come la scorsa stagione, quest’anno ne faremo di più [di gare fuori dal WRC, ndr]. E non solo con lui, lo faremo con tutti i piloti», ha annunciato, rivelando il lavoro che gli importatori locali stanno facendo per poter far correre le Hyundai i20 Coupé WRC in appuntamenti non iridati e più di nicchia.

«È davvero un bel modo per coinvolgerli e portare queste auto ad un pubblico più ampio. Una bella occasione per i fan che possono vedere questi piloti e queste auto più di una volta all’anno rispetto ai round WRC», ha chiosato Adamo.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati