WRC | Rally Svezia 2020: Evans cementa la sua leadership. Annullata un’altra PS

La seconda mattinata al Rally Svezia

Elfyn Evans mantiene la leadership al Rally Svezia 2020, sempre più incerto per via delle condizioni meteo. La classifica e i risultati della seconda mattinata
WRC | Rally Svezia 2020: Evans cementa la sua leadership. Annullata un’altra PS

Seconda mattinata in un Rally di Svezia 2020 sempre più incerto, e non parliamo certo della gara con i risultati sportivi in sé ma del programma vero e proprio, che perde per strada un’altra prova speciale come vedremo.

Intanto, Elfyn Evans sembra sempre più padrone dell’evento, riuscendo a mantenere a debita distanza un arrembante Ott Tanak: ecco il resoconto delle tre prove speciali corse questa mattina.

Rally Svezia 2020: la PS6

La seconda giornata ripropone lo stesso giro di ieri per via del rimaneggiamento del percorso, viste le condizioni non molto invernali di quest’anno, tra poca neve e un po’ più di sterrato rispetto alla giornata precedente: si ricomincia quindi dalla ripetizione della Hof-Finnskog da 21,26 km, PS6 in territorio norvegese. Evans ribadisce la sua leadership conquistando il miglior tempo ed allargando ulteriormente il distacco da Tanak rispetto a ieri, toccando quasi i dodici secondi di gap. In una prova speciale che secondo il pilota Toyota aveva un buon livello di grip pur con tratti più scivolosi del previsto, il duello tra il gallese ed il rivale di Hyundai prosegue, con l’estone che ottiene il secondo miglior tempo nella PS pur dichiarando di non aver avuto un feeling ottimale con la vettura.

Invariate le posizioni della classifica assoluta rispetto al giorno prima anche nelle altre categorie: in particolare nel WRC2 Mads Ostberg mantiene la leadership su un Ole Christian Veiby alle prese con una foratura che però non gli costa l’attuale piazza d’onore.

Rally Svezia 2020: la PS7

Cambia qualcosa nella PS7 che ripete la Finnskogen da 20,68 km: se Evans passeggia ancora sul velluto vincendo ancora una volta e portando il gap da Tanak (ancora una volta secondo miglior tempo in prova) a quindici secondi, al terzo posto assoluto sale Sébastien Ogier, scalzando così Kalle Rovanpera. Quest’ultimo ammette la frustrazione per dei tempi che non rispecchiano il suo modo di guidare, a suo dire migliorato rispetto al giorno prima: il giovane finnico si ritrova così fuori dal podio ma con meno di due secondi di ritardo dal veterano compagno di squadra in Toyota.

Esapekka Lappi e Thierry Neuville sembrano invece destinati, per ora, a lottare per il quinto posto, occupato dal pilota di M-Sport ma con un esiguo vantaggio rispetto al belga di otto decimi di secondo. In questa prova avviene anche il ritiro di Fabio Andolfi, in corsa nel Junior WRC: il savonese infatti accusa una perdita di liquido refrigerante dalla sua Ford Fiesta R2.

Rally Svezia 2020: la PS8

La mattinata si chiude con la PS8 di Nyckelvattnet 2 da 18,94 km e con l’ennesima affermazione di Elfyn Evans, vincitore della prova e leader con quasi diciassette secondi di vantaggio su Tanak. Tuttavia, il gallese verso la fine tocca con il paracoppa facendo sottosterzare la Toyota Yaris WRC (se l’è vista abbastanza brutta, andando un po’ troppo largo una curva sinistrorsa a 120 km/h), ma questo piccolo imprevisto non ha intaccato comunque la sua prestazione. Cambia ancora l’ultimo gradino del podio grazie alla rimonta di Rovanpera, che apporta qualche modifica all’assetto delle gomme e torna terzo, distanziando Ogier di un secondo e tre decimi. Nonostante un piccolo errore alla fine Lappi non solo resiste al quinto posto ma allarga il gap da Neuville, portandolo a cinque secondi.

Nel WRC2 continua la sua leadership Ostberg, con un vantaggio di 11,7 su Veiby, mentre nel WRC3 Jari Huttunen spodesta Emil Lindholm dalla vetta, pur con un gap tra i due che si attesta a poco meno di due secondi. Ricordiamo infine che stamattina non si è presentato al via Jari-Matti Latvala, costretto al ritiro dopo i problemi al motore riscontrati ieri sulla sua Toyota Yaris WRC (il team principal Tommi Mäkinen ha parlato di un cavo di alimentazione mal montato e quindi rovinato dopo un impatto della vettura). Il finnico, in gara da privato, spreca la sua occasione visto che si trattava del debutto stagionale, ma si può consolare con il fatto che è arrivata l’ufficialità della sua presenza al Rally Italia Sardegna del prossimo giugno.

Ancora cambi di programma al Rally Svezia 2020

Questo pomeriggio la gara si conclude con la ripetizione della Torsby Sprint, però arrivano altri cambi di programma rispetto al percorso già stabilito: per via di un previsto rialzo delle temperature, il primo giro della Likenäs di domani mattina non verrà disputato. Gli equipaggi correranno la prova in quello che sarebbe stato il secondo passaggio e che sarà comunque valido come Power Stage, a partire dalle ore 12:18. Questo per far che le condizioni della strada possano essere integre il più possibile almeno per correre un’ultima prova speciale, in un programma talmente mutilato – anche in corso d’opera – che è un miracolo il fatto che il Rally di Svezia 2020 metta ancora in palio punti interi per il campionato.

Rally Svezia 2020: la classifica dopo la seconda mattinata

POS.EQUIPAGGIO / VETTURATEMPODISTACCO
1.Evans Elfyn – Martin Scott
Toyota Yaris WRC
58:55.7
2.Tänak Ott – Järveoja M.
Hyundai i20 Coupe WRC
59:12.6
+16.9

3.

Rovanperä K. – Halttunen J.
Toyota Yaris WRC
59:23.7
+28.0

4.

Ogier S. – Ingrassia J.
Toyota Yaris WRC
59:25.0
+29.3

5.Lappi Esapekka – Ferm Janne
Ford Fiesta WRC
59:30.8
+35.1

6.Neuville T. – Gilsoul N.
Hyundai i20 Coupe WRC
59:35.7
+40.0

7.Breen Craig – Nagle Paul
Hyundai i20 Coupe WRC
59:43.8
+48.1

8.Suninen Teemu – Lehtinen J.
Ford Fiesta WRC
1:00:09.7
+1:14.0

9.Katsuta T. – Barritt D.
Toyota Yaris WRC
1:00:33.0
+1:37.3

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati