WRC | Rally Svezia 2020, prima giornata: è duello Evans contro Tanak. Rovanpera terzo incomodo

I risultati della prima giornata al Rally Svezia

Elfyn Evans è leader dopo la prima giornata del Rally Svezia 2020, ma Ott Tanak prova ad insidiarlo: i risultati e la classifica di oggi
WRC | Rally Svezia 2020, prima giornata: è duello Evans contro Tanak. Rovanpera terzo incomodo

È terminata la prima giornata di gara al Rally di Svezia 2020, e già si iniziano ad intravedere i papabili protagonisti della lotta finale (detto in linea puramente teorica, perché in queste competizioni e soprattutto nel WRC ogni prova speciale può sovvertire tutto).

Rally Svezia 2020, la PS5 (o PS8)

Il programma azzoppato di quest’anno si è concluso nella prima tappa di venerdì con la PS5 (o meglio, PS8, se prendiamo come riferimento l’ordine originale prima del ridimensionamento della gara) di Torsby Sprint 1, 2,80 km, a pochi metri dal parco assistenza nella sua parte finale e con un un tratto da circuito rallycrossistico (non mancano pure due salti per deliziare il pubblico). In questa prova speciale molto amata dagli appassionati l’ha spuntata Ott Tanak, autore del suo secondo scratch in Svezia quest’anno e secondo assoluto da quando veste i panni del pilota Hyundai. L’estone in seguito dichiarerà al parco assistenza di continuare ad avere il feeling con la i20 Coupé WRC sebbene sia stato per un po’ lontano dalla vettura (non ha praticamente corso interamente il Rallye di Monte Carlo per via dell’incredibile volo con l’auto nella PS4, finendo giù da un piccolo dirupo).

Se Tanak sta ancora apprendendo a gestire la sua vettura, Elfyn Evans sembra già a buon punto visto che conquista il secondo miglior tempo nella Torsby Sprint 1 a due decimi di ritardo dall’estone, e chiude questa prima giornata di gara stabilmente in prima posizione assoluta, sebbene il rivale di Hyundai si porti in seconda posizione scalzando l’altro Toyota, Kalle Rovanpera, che scivola al terzo. «Il feeling con la vettura è stato davvero buono – ha commentato a fine prova Evans – e non possiamo certo lamentarci dopo una giornata del genere. Bene, ma domani dovremo rifare tutto: chissà come saranno le condizioni, ma dovremo adattarci a ciò che ci si parerà davanti».

Rovanpera invece deve fare i conti con il motore stallato della sua Toyota Yaris WRC che fa perdere al giovane pilota poco più di sei secondi in prova, cosa di cui ha poi approfittato Tanak. Stabile al quarto assoluto Sébastien Ogier, a chiudere un quadretto di piloti ufficiali Toyota Gazoo Racing per ora molto roseo e soprattutto molto competitivo in quel della Svezia. Nessun rischio corso in un rally ormai su sterrato, come ha spiegato il francese facendo il bilancio di giornata: «Oggi le condizioni non erano male, c’era un po’ troppa ghiaia qua e là ma c’erano anche delle buone sezioni con un buon grip. Proveremo a fare alcune piccole modifiche alla vettura e migliorare il nostro ritmo. Non è andata male oggi, i nostri compagni di squadra hanno fatto un buon lavoro e hanno dimostrato che possiamo fare di meglio».

L’unica Toyota Yaris WRC ad andare in malora è quella in veste da privato di Jari-Matti Latvala, reduce da un mattino all’insegna di un testacoda, di gomme usurate in fretta e di problemi al motore, che poi lo hanno spinto al ritiro. Ora il finnico, che sperava in una gara diversa per il suo debutto stagionale, confida di poter recuperare la vettura risolvendo il problema, evitando così il ritiro definitivo presentandosi domani al via. Ma come ha ammesso rassegnato, il suo Rally Svezia è comunque «finito», avendo perso oggi molto tempo.

La top ten della prima giornata vede al quinto posto Esapekka Lappi, un po’ deluso dal confronto dei tempi tra la sua Ford Fiesta WRC e le Toyota, e fiducioso in un possibile miglioramento prestazionale lavorando sul set-up della vettura. Sesto Thierry Neuville, mai veramente competitivo oggi e deluso dal suo piazzamento, sebbene il pilota Hyundai si sia dichiarato comunque soddisfatto della velocità impressa con la vettura.

Settimo posto assoluto per il compagno di squadra Craig Breen, di ritorno nel WRC in veste di terzo pilota pro tempore, ottavo Teemu Suninen, nono Takamoto Katsuta ed infine decimo un sorprendente Emil Lindholm, leader nel WRC3 con la Skoda Fabia R5. Mads Ostberg mantiene con la Citroen C3 R5 la vetta nel WRC2 con 8,4 secondi su Ole Christian Veiby (Hyundai), nonostante qualche piccolo problema ai freni.

Infine, resta sempre primo nel Junior WRC il pilota di casa Tom Kristensson; precipita invece di ben nove posizioni Fabio Andolfi, ora quindicesimo con undici minuti di ritardo dalla vetta. Poco più in alto del savonese troviamo gli altri piloti di ACI Team Italia, ovvero Tommaso Ciuffi (quattordicesimo) e Marco Pollara (undicesimo). Decimo posto di categoria per Enrico Oldrati.

Domani si replica con le stesse prove speciali: qui il programma completo e gli orari di questo Rally di Svezia formato ridotto.

Rally Svezia 2020: la top ten della prima giornata

POS. EQUIPAGGIO / VETTURATEMPO DISTACCO
1.Evans Elfyn – Martin Scott
Toyota Yaris WRC
30:43.7
124.3
2.
Tänak Ott – Järveoja M.
Hyundai i20 Coupe WRC
30:52.2
+8.5

3.
Rovanperä K. – Halttunen J.
Toyota Yaris WRC
30:58.0
+14.3

4.Ogier S. – Ingrassia J.
Toyota Yaris WRC
31:01.5
+17.8

5.Lappi Esapekka – Ferm Janne
Ford Fiesta WRC
31:04.6
+20.9

6.Neuville T. – Gilsoul N.
Hyundai i20 Coupe WRC
31:07.3
+23.6

7.Breen Craig – Nagle Paul
Hyundai i20 Coupe WRC
31:07.9
+24.2

8.Suninen Teemu – Lehtinen J.
Ford Fiesta WRC
31:15.1
+31.4

9.Katsuta T. – Barritt D.
Toyota Yaris WRC
31:33.3
+49.6

10.Lindholm Emil – Korhonen M.
Škoda Fabia R5 evo
32:29.4
+1:45.7

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati