Formula E | Nissan e.dams alla riscossa in Messico con Buemi e Rowland

A caccia di punti pesanti

Nissan e.dams si prepara a volare in Messico per il quarto appuntamento stagionale della Formula E, dove cercherà dei punti importanti per la classifica.
Formula E | Nissan e.dams alla riscossa in Messico con Buemi e Rowland

Dopo un inizio difficile, Nissan e.dams si prepara al quarto appuntamento stagionale della Formula E. Con una monoposto rinnovata rispetto allo scorso anno e su un nuovo layout, Sébastien Buemi e Oliver Rowland puntano a migliorare le performance a Città del Messico.

Ricordando l’edizione 2019

Nel 2018, Rowland aveva registrato il miglior tempo nelle qualifiche di gruppo, classificandosi poi 4° nella successiva Super Pole riservata ai miglior sei. Michael Carcamo, Global Motorsports Director di Nissan, ha dichiarato che la squadra è entusiasta di tornare nella capitale messicana: «I nostri piloti hanno messo a segno prestazioni spettacolari qui nella scorsa stagione. Adorano questa pista e le nostre auto si sono difese bene». L’impegnativa successione di curve dell’Autódromo Hermanos Rodríguez obbligherà i piloti ad accelerare fino alla massima potenza più volte – una sfida non indifferente sotto il profilo della gestione dell’energia. «L’energia che guadagneremo sarà preziosissima in Messico, perciò invitiamo i nostri sostenitori a votare Sébastien e Olivier», ha fatto appello Gregory Driot, Team Principal di Nissan e.dams. «L’anno scorso avevamo un ritmo pazzesco e siamo decisi a bissare il successo».

Le parole dei piloti

Oliver Rowland ha detto: «L’ultima gara a Città del Messico mi ha regalato molte soddisfazioni. Ero in forma, l’auto sfrecciava e si sentiva la competizione, eravamo tutti vicinissimi. Una gara molto emozionante per i fan. È come se avessimo un lavoro da finire: la scorsa stagione siamo arrivati a un passo dal podio, per questo motivo punto a una prestazione di livello. Abbiamo tutte le carte in regola per ottenere un buon piazzamento». Sébastien Buemi ha aggiunto: «Non vedo l’ora di competere in Messico. La scorsa stagione eravamo forti e ci meritavamo un gran risultato, che però non si è concretizzato. Questo mi sprona ancora di più. Grazie ai dati sulle prestazioni raccolti durante l’ultima gara, sappiamo cosa ci vuole per vincere su questo circuito. È una pista impegnativa, piena di curve strette, ma meglio così: sarà una corsa ancora più adrenalinica. L’energia e il tifo dei fan ci daranno la carica».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati